Germania

Germania

Capitale
Berlino
Cambio
Ora locale
Borsa
Meteo
Pil pro capite
Temperatura
Popolazione
Moneta
Euro
Superficie
Il mondo in breve

I risultati delle elezioni tedesche, referendum in Kurdistan, il nuovo muslim ban: cos’è successo nel mondo. Leggi

Le elezioni tedesche nei commenti della stampa europea

All’indomani delle elezioni federali in Germania, gli editorialisti tedeschi ed europei si dicono preoccupati per la stabilità politica del paese e dell’Europa. Leggi

pubblicità
In Germania si apre un periodo d’incertezza 

In Germania serve un contratto di governo per formare una coalizione. Merkel può rivolgersi solo ai liberali e ai Verdi per fermare l’estrema destra. Leggi

Il mondo in breve

La tensione in Corea, Uber vietato a Londra, il nuovo museo di Arte contemporanea africana: cos’è successo oggi nel mondo. Leggi

Con chi governerà Angela Merkel?

Se il 24 settembre Merkel vincerà le elezioni difficilmente formerà una coalizione con i socialdemocratici. Leggi

pubblicità
I tedeschi votano per Angela Merkel ma senza passione

Oggi il paese è più stabile economicamente ma socialmente è più frammentato di quanto sembri, e questo si rifletterà nei risultati del voto del 24 settembre. Leggi

Helmut Newton e i suoi amici fotografi

In mostra a Berlino i lavori di Jean Pigozzi, Mario Testino e Helmut Newton. Leggi

In Germania il matrimonio gay ha incontrato pochi ostacoli

Com’era prevedibile, la gerarchia cattolica tedesca non è stata entusiasta quando i legislatori hanno deciso di legalizzare il matrimonio tra persone dello stesso sesso. Leggi

Il pubblico di Simon Roberts

Tre lavori del fotografo Simon Roberts che si interroga sull’uso degli spazi pubblici, in mostra a Berlino. Leggi

La determinazione europea di Simone Veil

Simone Veil incarna la storia degli ebrei europei della sua generazione e dei loro figli, usciti dall’ombra del genocidio decisi a impedire che la barbarie si ripeta. Leggi

pubblicità
Le idee di Macron per cambiare l’Europa

Al Consiglio europeo Emmanuel Macron ha fatto non solo avanzare la difesa comune ma anche aperto il dibattito sugli investimenti non europei nell’Ue. Leggi

Da Berlino Est al resto del mondo

L’agenzia tedesca Ostkreuz celebra la sua nascita con una mostra che ripercorre la storia della Germania, dal crollo del muro di Berlino ad oggi. Leggi

Il sogno europeo di Helmut Kohl

Helmut Kohl, ex cancelliere che aveva realizzato l’unificazione del suo paese dopo la caduta del muro di Berlino, ha potuto morire in pace. Leggi

L’ultima battaglia per il segreto bancario svizzero

Un cittadino svizzero in carcere in Germania con l’accusa di spionaggio. Ispettori del fisco che trafugano cd riservati. Una storia vera che sembra un film dei fratelli Cohen. Leggi

Se l’Italia sceglie il sistema elettorale tedesco

In Germania il sistema elettorale garantisce stabilità e governabilità. Se oggi fosse applicato in Italia i risultati sarebbero molto diversi. Leggi

pubblicità
L’intesa tra Francia e Germania per un’Europa più forte 

Angela Merkel ed Emmanuel Macron sono pronti a rivedere i trattati europei per rafforzare gli interessi nazionali e frenare i populismi di estrema destra. Leggi

Il mondo all’una

L’attacco informatico in corso, decine di arresti in Calabria e le elezioni in Germania: cosa sta succedendo nel mondo. Leggi

Macron e Merkel rilanciano l’Europa

Il presidente francese e la cancelliera tedesca discuteranno oggi di strategie commerciali, difesa europea e di un bilancio comune dell’eurozona. Leggi

C’era una volta il muro di Berlino

Una rassegna di film provenienti dall’archivio cinematografico della Germania Est, dal 5 al 28 maggio al palazzo delle Esposizioni a Roma. Leggi

L’uomo arrestato per l’attacco al pullman del Borussia Dortmund non era un terrorista ma uno speculatore finanziario
L’uomo arrestato per l’attacco al pullman del Borussia Dortmund non era un terrorista ma uno speculatore finanziario. Il ventottenne di doppia nazionalità russa e tedesca Sergey W arrestato in relazione all’attacco con esplosivi contro l’autobus del Borussia Dortmund l’11 aprile è sospettato di aver orchestrato l’attentato per speculare a ribasso contro le azioni del club sportivo. Per depistare la polizia, l’uomo ha poi lasciato sul luogo dell’incidente tre dichiarazioni identiche che rivendicavano l’attacco a nome del gruppo Stato islamico (Is). L’autenticità dei documenti era però stata messa in discussione da un panel di esperti poco dopo l’attacco. Le forze dell’ordine tedesche sono alla ricerca di due complici.
pubblicità