Die Zeit

È un settimanale tedesco, fondato nel 1946 ad Amburgo.

A corto di grano

A causa dell’invasione russa, l’Ucraina non può esportare uno dei suoi prodotti più importanti, da cui dipende la sicurezza alimentare di molti paesi. Ora milioni di persone rischiano la fame Leggi

La rivoluzione degli sdraiati

Stanchi delle aspettative dei genitori, dei datori di lavoro e dello stato, milioni di giovani cinesi decidono di ritirarsi dalla società e vivere a modo loro Leggi

pubblicità
L’offensiva di Mosca procede a rilento

La Russia sta cercando di accerchiare i soldati ucraini nell’est del paese per conquistare il Donbass e la costa del mar Nero. Un obiettivo difficile Leggi

La Francia in bilico

Come nel 2017, la candidata di estrema destra Marine Le Pen è riuscita ad arrivare al secondo turno delle presidenziali facendo leva sulle difficoltà economiche dei francesi. Una sua vittoria avrebbe gravi conseguenze per l’Europa Leggi

La verità arriva troppo tardi

Per stabilire l’attendibilità delle foto di un conflitto possono volerci anni, ma le loro conseguenze politiche sono immediate Leggi

pubblicità
Dominik Eulberg Ritmo ecologista

È un dj tedesco, ma fin da quando era piccolo aveva un’altra passione: la biologia. Per anni nessuno l’ha preso sul serio come scienziato, ora le cose stanno cambiando Leggi

Quanto costa l’energia statunitense

L’Unione europea vuole ridurre la dipendenza dalla Russia importando il gas estratto con il fracking negli Stati Uniti. Ma trascura le conseguenze per l’ambiente e per le persone Leggi

Come danneggiare Putin

Le sanzioni contro il Cremlino hanno l’obiettivo di provocare il massimo danno in Russia e il minimo nel resto del mondo. Leggi

Valérie Pécresse Svolta a destra

È la candidata dei repubblicani alle elezioni di aprile in Francia. Potrebbe diventare la prima donna presidente. Su alcuni temi si dichiara progressista ma su altri, come l’immigrazione, segue l’estrema destra Leggi

Affari d’oro con i tamponi

I test per il covid-19 hanno creato un ricco mercato. Ne approfittano anche imprenditori estranei al mondo dei laboratori d’analisi, a volte commettendo delle truffe Leggi

pubblicità
Un paese ricattabile

Alcuni politici tedeschi sono diventati consulenti o manager di importanti aziende energetiche in Russia. E ora la Germania, diventata fortemente dipendente dal gas russo, sembra in difficoltà a trattare con Mosca nella crisi ucraina Leggi

La grande corsa al metaverso

La realtà virtuale è considerata la prossima grande evoluzione di internet. Facebook, la Microsoft e gli altri colossi tecnologici sono già pronti a prenderne il controllo Leggi

Il litio è il tesoro bianco della Bolivia

Solo chi ha il litio può costruire auto elettriche. Nel Salar de Uyuni in Bolivia ci sono le riserve più grandi del mondo. Il minerale fa gola alle aziende straniere, ma La Paz non vuole svenderlo. Dall’archivio di Internazionale. Leggi

Una partita di poker senza vincitori

Il confronto tra i presidenti di Russia e Stati Uniti non ha risolto le tensioni sulla crisi in Ucraina e non ha chiarito se la minaccia di un’invasione russa è un bluff o una possibilità reale Leggi

Ladri di sabbia

In tutto il mondo scarseggia la sabbia di qualità da usare per le nuove costruzioni. In Ghana viene sottratta ai terreni agricoli dalle organizzazioni criminali. E a farne le spese sono i contadini Leggi

pubblicità
Una cura dimagrante per le aziende colossali

Un numero crescente di grandi gruppi si sta dividendo in imprese più piccole. Sono operazioni che fanno felici gli investitori, ma non promettono nulla di buono per i lavoratori Leggi

Il vertice del G20 rimanda le decisioni sul clima

L’incontro di Roma non è servito a preparare il terreno alla conferenza sul cambiamento climatico in corso a Glasgow e potrebbe perfino complicare il lavoro dei negoziatori Leggi

Mahamat Baye L’uomo del lago

È il capo del suo villaggio e guida un progetto per costruire dighe sul lago Ciad. Così la comunità è riuscita a rendere coltivabili delle paludi e a frenare la desertificazione, salvandosi dalla fame Leggi

Ro­bert Hoeting In picchiata

Per anni è stato un pilota della Ryanair. Poi ha perso tutto: moglie, lavoro e risparmi. E il modo in cui si è comportata la compagnia aerea irlandese l’ha quasi spinto al suicidio Leggi

La lunga strada di Scholz verso la cancelleria

Alle elezioni del 26 settembre il Partito socialdemocratico di Olaf Scholz è stato il più votato dai tedeschi. Ma formare un governo di coalizione sarà un’impresa lunga e difficile Leggi

pubblicità
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.