Die Tageszeitung

È un quotidiano tedesco di sinistra, fondato a Berlino nel 1978 e di proprietà della cooperativa dei suoi giornalisti e dipendenti. Spesso è abbreviato in Taz

Molto più di un simbolo

A Lützerath non è stata demolita solo qualche vecchia casa, ma anche l’idea che la crisi climatica possa essere risolta con compromessi che non danneggiano nessuno. Non... Leggi

La battaglia di Lützerath

A Lützerath è cominciato il conto alla rovescia: nei prossimi giorni la polizia dovrebbe cominciare lo sgombero degli ambientalisti che da due anni occupano il villaggio... Leggi

pubblicità
È solo la punta dell’iceberg

Spesso la vicinanza ai gruppi d’interesse diventa un sistema di porte girevoli, come nel caso dell’ex presidente della Commissione José Manuel Barroso, attualmente consulente... Leggi

Sconfitta diplomatica per Putin

Non ci sono dubbi: le cose non vanno bene per il presidente russo Vladimir Putin. Alla sconfitta militare nella città ucraina di Cherson è seguita una sconfitta diplomatica... Leggi

Tendenza pericolosa

Se con il governo Meloni ci saranno ulteriori chiusure nessuno può dirlo, ma una differenza rispetto al passato c’è: il 6 novembre sono stati autorizzati a sbarcare solo... Leggi

pubblicità
Il dilemma di Minsk

Il paese vuole schierare truppe in Ucraina al fianco della Russia. Ma gran parte dei bielorussi è contro la guerra di Mosca Leggi

Investire contro la siccità in Italia

In Italia l’acqua sta finendo. Giorno dopo giorno i telegiornali mostrano le stesse immagini del Po ridotto a un rivolo, delle piante appassite nei campi, dei contadini... Leggi

Libertà di genere

Con la nuova legge sull’autodeterminazione, che sostituisce la legge sulla transessualità del 1981, lo stato e la società tedesca riconoscono finalmente a queste persone... Leggi

Due riforme attese a sinistra

A metà luglio il parlamento discuterà se legalizzare la cannabis e se cambiare le regole sulla cittadinanza per i minori Leggi

Il Po in secca preoccupa il nord Italia

La siccità sta creando problemi all’agricoltura. È la peggiore crisi idrica degli ultimi settant’anni e ora molti comuni dovranno razionare l’uso dell’acqua Leggi

pubblicità
Troppi pesticidi in Alto Adige

Il deputato tedesco Karl Bär era stato accusato di diffamazione per aver denunciato l’uso eccessivo di pesticidi nei meleti altoatesini. È stato assolto Leggi

Cosa si nasconde dietro l’arrivo del bitcoin

La criptovaluta è stata adottata come mezzo di pagamento nel paese africano. La misura in realtà potrebbe favorire le attività criminali e gli interessi della Russia, che sostiene il governo Leggi

Il dilemma dei pacifisti

Fornire armi all’Ucraina va contro il rifiuto della violenza, anche se servono per la difesa dall’aggressione russa Leggi

Compromesso sull’energia verde

La sostenibilità è un concetto malleabile. Soprattutto se associato all’energia nucleare e al gas naturale. Nella bozza della cosiddetta tassonomia verde, la Commissione... Leggi

Ridotti allo stremo dall’aumento dei prezzi

In Argentina l’inflazione è vicina al 50 per cento. I prodotti essenziali hanno subìto forti rincari e spesso nei supermercati sono introvabili. Molti argentini vivono sotto la soglia di povertà Leggi

pubblicità
Non solo populisti

Molti ungheresi sperano che l’Unione europea freni le tendenze antidemocratiche del loro leader. Dei rischi delle derive populiste si parlerà al festival di Internazionale. Leggi

Prove di alleanza nell’estrema destra europea 

L’appuntamento convocato a Milano da Salvini è stato disertato da molti partiti. È possibile che alla fine, ma dopo le elezioni, la convivenza sia difficile. Leggi

La campagna elettorale più strana della storia d’Italia

Populismo, promesse fiscali, toni moderati con gli avversari. Il 4 marzo dalle urne non uscirà una maggioranza di governo e i tre schieramenti cercano di scongiurare l’astensionismo più alto di sempre. Leggi

La violenza contro le donne a Colonia non c’entra con l’immigrazione

È come se un meteorite si fosse abbattuto su Colonia. Come se fosse successo qualcosa di inaudito. Dopo che oltre novanta donne sono state aggredite durante i festeggiamenti per il capodanno da uomini ubriachi e apparentemente di origine nordafricana e mediorientale, molti tedeschi ritengono che nel paese le donne siano alla mercé di orde di immigrati. Leggi

Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.