Michael Braun

Michael Braun è corrispondente del quotidiano berlinese Die Tageszeitung e della radio pubblica tedesca

Michael Braun
Il centrosinistra conquista Roma e Torino, ma vince l’astensione

Con questi risultati Enrico Letta può portare avanti il suo progetto di un’alleanza aperta ai cinquestelle. Il lavoro comincia adesso, per convincere gli elettori che non sono andati a votare e contrastare nuove ondate di populismo. Leggi

La sfida delle amministrative premia il centrosinistra

A Milano, Napoli e Bologna il centrosinistra ha vinto al primo turno; a Torino e Roma andrà al ballottaggio. Ma il campo progressista sbaglierebbe a sottovalutare la vera sfida futura con Meloni e Salvini alle prossime politiche. Leggi

pubblicità
Sorprese e incognite del voto tedesco

La rinascita dell’Spd e dei liberali, la disfatta dei cristianodemocratici e della sinistra, le ferite dei Verdi, conferme e delusioni nell’estrema destra. L’unica certezza del voto tedesco è che le trattative per il nuovo governo saranno lunghe. Leggi

La resa dei conti che sta distruggendo il Movimento 5 stelle

Il movimento oggi rischia di morire perché non è stato capace di dotarsi di strumenti democratici al suo interno. Grillo e Conte sono sempre stati d’accordo su tutto: quella tra loro oggi sembra solo una lotta di potere. Leggi

Italiani e tedeschi si guardano allo specchio

Germania e Italia sono partner importanti e paesi chiave dell’Unione. Ma quanto si conoscono e quale immagine hanno l’uno dell’altro? Un sondaggio rivela conflitti, contraddizioni e molte sorprese. Leggi

pubblicità
L’illusione di Nicola Zingaretti

La malattia del Pd si manifesta ora ma ha cause ben lontane. Il segretario ha dato l’impressione di una nuova ripartenza, ma con la caduta del governo Conte si è perso il collante che ha evitato gli scontri interni. Leggi

Le conseguenze incalcolabili del governo Draghi sui partiti

La Lega di Salvini è la forza che sembra avere meno da perdere. I rischi maggiori li corre il Movimento 5 stelle. Ma c’è da riflettere sul futuro del paese: se l’operazione fallirà, c’è il pericolo che alle prossime elezioni vinca una delle peggiori destre in Europa. Leggi

Matteo Renzi, la crisi e un governo senza bussola politica

Il leader di Italia viva ha tolto l’appoggio al governo in un momento difficile per il paese. Tuttavia al presidente del consiglio Conte manca un progetto che vada al di là della sopravvivenza e del contrasto alla destra di Salvini e Meloni. Leggi

Il voto cambia gli equilibri della coalizione di governo

Sembrano fuori luogo i toni di chi celebra il risultato elettorale come una vittoria del Pd e una sconfitta della Lega e della destra. I dati raccontano una realtà più sfumata e di questo dovranno tenere conto gli alleati della maggioranza. Leggi

La spallata di Matteo Salvini contro il governo è fallita

Il leader leghista sperava di vincere in Emilia-Romagna e spingere l’esecutivo verso la crisi, ma non ce l’ha fatta. Tuttavia, il pessimo risultato dei cinquestelle fa correre dei rischi alla coalizione che governa l’Italia. Leggi

pubblicità
Il Movimento 5 stelle ha perso la testa

Con le dimissioni del capo politico Luigi Di Maio si apre una fase decisiva per il partito. Se i cinquestelle vogliono sopravvivere devono decidere cosa vogliono fare da grandi. Leggi

La scissione di Matteo Renzi peserà sul Pd e sul governo

Forse questa vecchia coppia inacidita di renziani e antirenziani ha tutto da guadagnare da una separazione ufficiale. Non vale lo stesso per la stabilità del governo. Leggi

Il governo dovrà costruire un’alternativa alla politica dell’odio

La squadra di ministri promette bene. Ora le due forze coinvolte devono capire che è questa la loro unica possibilità se non vogliono preparare il terreno per la futura rivincita di Salvini. Leggi

Può funzionare un’alleanza tra il Pd e il Movimento 5 stelle?

Due corrispondenti stranieri analizzano le sfide e le opportunità della nuova coalizione di governo. Leggi

L’Italia delusa e incattivita ha trionfato alle europee

L’insieme della destra ha totalizzato quasi il 50 per cento. Questo fatto da solo dovrebbe aprire una riflessione sia nel Pd sia nel Movimento 5 stelle. Leggi

pubblicità
La Lega approfitta delle critiche del parlamento europeo a Conte

A rimanere soli, e senza prospettive di alleanze in Europa, sono Luigi Di Maio e i suoi. Matteo Salvini invece non può che rallegrarsi. Leggi

Cosa serve all’Europa per battere il nuovo fronte populista

Matteo Salvini e Viktor Orbán sono parte di un’alleanza antieuropea. Per fermarla serve una svolta netta nell’inclusione sociale e nella coesione economica. Leggi

Le promesse di Conte alla prova dei fatti

Flat tax, reddito di cittadinanza, rottamazione della legge Fornero: ora l’esecutivo deve provare a mantenere le costose promesse elettorali. Leggi

Giuseppe Conte dovrà decidere in che ruolo giocare

Il possibile presidente del consiglio può accettare di essere un semplice esecutore delle scelte dei partiti. O fare lui il capo del governo. Leggi

Per cambiare l’Italia non basta un contratto

Il contratto di governo tra “il signor Luigi Di Maio” e “il signor Matteo Salvini” rappresenta nella forma un’innovazione. Ma da libro dei sogni rischia di diventare un elenco di misure foriero di incubi. Leggi

pubblicità
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.