Minuscoli robot multifunzione controllati da campi magnetici potrebbero essere usati in futuro per riparare circuiti dei computer o curare lesioni all’interno del corpo umano. Usando nastro adesivo, cera e una polvere di microparticelle magnetiche, scrive Science Advances, i ricercatori dell’università di Hong Kong hanno costruito dei robot dal diametro di un centimetro che sono in grado di cambiare forma. Alcuni possono muoversi nell’acqua o lungo superfici piane. Un prototipo ha raggiunto il tessuto gastrico di un maiale per applicare un cerotto terapeutico su un’ulcera. I robot, che non hanno bisogno di batterie, sono molto promettenti, ma ci sono dei problemi da risolvere prima di arrivare a un processo produttivo automatizzato e a basso costo che sia anche sicuro. Attualmente i ricercatori impiegano un magnete molto potente al neodimio-ferro-boro, che però risulta un po’ tossico per le cellule.

Questo articolo è uscito sul numero 1470 di Internazionale, a pagina 105. Compra questo numero | Abbonati