Nel 2016 gli artisti ucraini Andrii Dostliev e Lia Dostlieva hanno comprato una lampada di sale a forma di carro armato in un negozio di souvenir di Bachmut, una città dell’Ucraina orientale conosciuta per le sue miniere di sale. “Per un breve periodo nel 2014 Bachmut è stata occupata dai terroristi russi della cosiddetta Repubblica popolare di Donetsk (Rpd)”, scrivono gli artisti. “Le lampade di sale sono sempre state una parte importante dell’industria dei souvenir della città, ma questa, a forma di carro armato, è comparsa solo di recente, dopo che la città è stata liberata dall’esercito ucraino. I souvenir a forma di carro armato sono solo una piccola traccia del trauma collettivo vissuto dagli ucraini a causa della guerra che dura dal 2014”.

Alle ferite ancora aperte degli anni passati si aggiungono gli orrori del presente. Nuove ferite di guerra “da leccare”, dicono gli artisti. Cosa che hanno letteralmente fatto con la loro lampada di sale: “Proprio questo carro, giorno dopo giorno, a poco a poco. Un processo lungo, piuttosto doloroso, che dimostra il lento, e non necessariamente riuscito, rimodellamento dell’oggetto del trauma”, spiegano. “Per quattro anni e mezzo abbiamo scattato una foto ogni settimana per registrare lo stato del carro. Abbiamo terminato il progetto nel luglio del 2021. Speravamo che anche la guerra sarebbe finita, dando a tutti noi la possibilità di leccarci finalmente le ferite. Ma invece, il 24 febbraio 2022, la Russia ha lanciato un’invasione militare su vasta scala dell’Ucraina. E ogni forma d’arte è diventata improvvisamente inutile di fronte alle bombe che cadevano sulle pacifiche città ucraine”.

Il progetto Licking war wounds (leccando le ferite di guerra) è stato raccolto in un libro, pubblicato di recente da 89books. ◆

Settimana 7

Andrii Dostliev e Lia Dostlieva sono due artisti ucraini. Dostliev ha studiato alla School of form di Varsavia, in Polonia, e all’università tecnica nazionale di Donetsk, in Ucraina. Il suo lavoro è stato esposto in diversi paesi, tra cui Ucraina, Germania e Regno Unito. Nel 2019 è stato premiato alla seconda biennale of young art di Charkiv, in Ucraina. Dostlieva è un’artista, antropologa culturale e saggista. Si occupa principalmente di traumi, memoria, pratiche commemorative e dei gruppi di persone più vulnerabili. Dal 2012 si è dedicata soprattutto a fotografia, installazioni, sculture tessili e interventi nello spazio urbano.

Settimana 25
Settimana 54
Settimana 81
Settimana 100
Settimana 107
Settimana 163
Settimana 181
Settimana 219
Settimana 240, 11 luglio 2021
Da sapere
Il libro

◆ In inglese e in ucraino, il libro Licking war wounds (2016-2021) di Andrii Dostliev e Lia Dostlieva è stato pubblicato a marzo del 2022 dalla casa editrice di Palermo 89books. Poco più di 240 pagine, come le 240 settimane durante le quali gli artisti hanno leccato questa lampada di sale a forma di carro armato fino a farla scomparire.


Questo articolo è uscito sul numero 1460 di Internazionale, a pagina 78. Compra questo numero | Abbonati