Sommario

67 (24 febbraio 1995)

Liberalizzare la droga?

Un dibattito sulla stampa di tutto il mondo.

67 (24 febbraio 1995)

Libano

La fine del confessionalismo politico preoccupa le minoranze

Tutte le confessioni religiose del paese sembrano inquiete davanti alla prospettiva di uno Stato pienamente laico. Temono che i loro diritti non saranno più tutelati e che il Libano non sarà in grado di trovare una vera coesione nazionale.

Messico

Chiapas, il fallimento della soluzione militare

“Zedillo sarà obbligato a ridiscutere la pace nel Chiapas nientemeno che non Marcos. Bella vittoria!”. L’analisi del commentatore messicano Carlos Ramirez sugli errori nella strategia del presidente messicano contro l’Esercito zapatista.

pubblicità

Israele

Rabin deve decidere da che parte sta

Secondo il giornale israeliano Ha’aretz, il processo di pace cominciato a Oslo è fallito. Se il primo ministro e il suo partito non vogliono dar ragione alla destra devono fare scelte politiche chiare: o creare un vero Stato palestinese o accordarsi con i paesi vicini contro Arafat.

Spagna

La sinistra tra rinuncia e rinnovamento

“Il pericolo della scomparsa della dimensione innovatrice e critica della sinistra europea è assolutamente reale”. Dalle pagine del quotidiano spagnolo El Pais, un’analisi di Sami Nair sul significato che ha oggi il concetto di sinistra.

In copertina

Liberalizzare la droga? Un dibattito in tutto il mondo

Politici, investigatori, intellettuali, economisti, molti sembrano essere d’accordo su un punto: la repressione, nel caso della droga, è clamorosamente fallita. La criminalità è sempre più forte, la corruzione fiorisce e crescono i ghetti per i drogati. Soluzioni? Vediamo.

pubblicità

Germania

Contro la crisi dell’occupazione non basta la crescita economica

“Un minimo di fair play dovrebbe esserci anche in campo sociale. E il minimo a cui penso è molto modesto: ai lavoratori di ogni paese andrebbe riconosciuto il diritto alla libertà sindacale”. Parla Michel Hansenne, direttore dell’Organizzazione internazionale del lavoro.

Opinioni

Opinioni a confronto. Felix Soh, The Straits Times e The Washington Post.

Libano

Tante religioni in un solo paese

La fine della guerra civile ha fatto sperare in una riconciliazione nazionale tra le diverse comunità religiose. Ma l’equilibrio è ancora instabile, la crisi economica si fa sentire e la presenza della Siria è sempre più ingombrante.

Giappone

Come misurare con un cd-rom la qualità della ricerca scientifica

Shigeaki Yamazaki, un ricercatore giapponese, ha inventato un modo nuovo, semplice ed efficace, per valutare e classificare la produzione scientifica della università e degli istituti di ricerca di tutto il mondo. Il settimanale britannico Nature spiega come ha fatto.

Brasile

Tre milioni e mezo di bambini sfruttati

Secondo l’istituto brasiliano di statistica 3.5 milioni di bambini sotto i 14 anni lavorano. La maggior parte riceve una paga misera, appena sufficiente per sopravvivere. Le foto di Francesco Zizola, vincitore del World Press Photo nella sezione People on the News.

pubblicità

Visti dagli altri

In Italia è cominciata la corsa al bipartitismo

Secondo Alan Friedman, giornalista dell’International Herald Tribune, nelle ultime settimane sta prendendo forma un sistema bipolare. Grazie anche a Romano Prodi. Analogie e differenze tra l’economista bolognese, Berlusconi e Dini.

India

Nella redazione del Times of India, in preda alla febbre del marketing

Promozioni e indagini di mercati: il quotidiano di Nuova Delhi segue l’esempio americano e ha sempre più successo. Ma l’ex direttore dice: “È il momento di porsi domande fondamentali di ordine etico e filosofico. Non è certo con il marketing che troveremo le risposte”.

Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.