Sommario

749 (19/27 giugno 2008)

Africa superstar

L’economia va meglio, i mercati crescono e la democrazia mette radici. Le grandi potenze guardano all’Africa con ottimismo. Non sempre disinteressato

749 (19/27 giugno 2008)

Viaggi

Il colpo vincente

Il Golf club di Kabul è spesso deserto. Ma l’unico giocatore professionista afgano è convinto che questo sport può contribuire a riportare la pace nel paese

Opinioni

I migliori in fuga

pubblicità

Italieni

La timidezza di Veltroni

In nome del dialogo e della pacificazione, il leader dell’opposizione ha perso alcune occasioni per mettere in difficoltà il governo di Silvio Berlusconi. Il commento dell’Economist

Blog

Discrezione, cura e piccoli dettagli

Ricevere un ombrello all’uscita di un caffè in un giorno di pioggia o trovare un adesivo utile a bordo di un aereo. Per offrire un buon servizio basta immedesimarsi negli altri

Opinioni

Guardando Washington

pubblicità

Opinioni

5,3

Scienza

Gli specchi del cosmo

Con la sonda Galileo gli astronomi hanno dimostrato che la vita sulla Terra è visibile dallo spazio. I loro studi potrebbero servire a individuare altri mondi abitati

Economia e lavoro

Un tesoro per la vecchiaia

Opinioni

Greater, united

Opinioni

Vivere senza tv

pubblicità

In copertina

Africa superstar

L’economia va sempre meglio, i mercati crescono e la democrazia mette radici. Le grandi potenze guardano all’Africa con ottimismo. Non sempre disinteressato

Germania

La rivoluzione tedesca

I salari non crescono, la classe media è impaurita e la sinistra radicale è sempre più forte. Un’inchiesta di Le Monde per scoprire come sta cambiando la locomotiva d’Europa

Scienza e tecnologia

La rete è a corto di indirizzi

Opinioni

Memorie della carestia

Colombia

Un leader radicale

Alfonso Cano è il nuovo comandante delle Farc. Inflessibile e dogmatico, ha una visione del mondo ferma a vent’anni fa. Ora il suo compito è salvare la guerriglia dalla sconfitta definitiva

pubblicità

Ritratti

Gaston Tong Sang. Il piccolo presidente

È sobrio, misurato e non porta camicie a fiori. Il nuovo leader della Polinesia Francese non ha il carisma dei suoi predecessori, ma è un alleato di Sarkozy

Asia e Pacifico

Sri Lanka, giornalisti sotto assedio

Showman

Amira Hass, Alexander Stille, David Remnick, Fred Pearce, Marjane Satrapi, Francesco Zizola. In ognuna delle loro lezioni di giornalismo, all’Auditorium di Roma, hanno raccontato cos’è l’obiettività, qual è il futuro dell’informazione, come affrontare i poteri forti. Le differenze tra i loro punti di vista, più che le analogie, sono state la vera lezione. La sera di sabato 21 giugno, sfidando gli Europei di calcio, la chiusura del ciclo è affidata al reporter britannico Robert Fisk. C’è chi lo accusa di essere poco obiettivo. Ma spesso sono altri giornalisti a criticarlo, forse invidiosi dei suoi successi e della sua notorietà. Di sicuro pochi conoscono il Medio Oriente meglio di lui: ha cominciato a occuparsene nel 1979. Da allora ha raccontato sul campo tutte le guerre e ha intervistato tre volte Bin Laden. “Una giornata con Fisk equivale a un mese con chiunque altro”“, ha confidato all’Observer il suo autista. Fisk è anche un ottimo showman. E sabato sarà più divertente degli Europei. Leggi

Storie

Segreti in famiglia

Feci segno di no a mia madre. I suoi lineamenti scuri e tristi sembrarono sciogliersi. Sospirò. “Sei così ostinata, proprio come tuo padre”

Africa e Medio Oriente

Morgan Tsvangirai salverà lo Zimbabwe?

pubblicità

Americhe

Gli studenti cileni contro il governo

Portfolio

PHotoEspaña

Luoghi non comuni. La visita di Christian Caujolle

Opinioni

Eccezionalismo

Opinioni

Il partner ideale

Opinioni

Saper sfruttare le occasioni

Attualità

Il no irlandese scuote l’Europa

La maggioranza degli irlandesi ha votato no al referendum sul trattato di Lisbona per la riforma dell’Unione europea. Un nuovo campanello d’allarme per i leader europei e per i sostenitori dell’integrazione

Graphic journalism

Cartoline da New York

Yvetta Fedorova

Cultura

La crisi della Hbo

Sarà difficile uguagliare successi planetari come I Soprano, Sex and the city e Six feet under. Una missione impossibile per i nuovi dirigenti del canale statunitense

Europa

Tempo di riforme per gli atenei d’Europa

Opinioni

Un esempio

Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.