La settimana

Effetto

Un articolo che esce sul New York Times può spostare mezzo milione di dollari di aiuti umanitari. Un gruppo di ricercatori britannici ha intervistato trenta alti funzionari incaricati di assegnare gli aiuti umanitari. Leggi

Cose

Tom Whitwell, giornalista britannico, racconta ogni anno le 52 cose che ha imparato nei dodici mesi precedenti. Eccone alcune del 2021. Leggi

pubblicità
Buon anno

Come ogni anno, ecco i buoni propositi della redazione di Internazionale. E i vostri? Leggi

Uccelli

Gli uccelli non esistono, non sono reali. Negli anni sessanta il governo statunitense ha cominciato a sterminarli e a sostituirli progressivamente con dei droni che sembrano... Leggi

Uccelli

Dagli Stati Uniti una nuova teoria del complotto: gli uccelli non esistono, sono stati sostituiti da droni per spiarci. Leggi

pubblicità
Valore

L’app TikTok ha un miliardo di utenti, eppure di questa azienda si sa pochissimo: un giornalista del New York Times ha avuto accesso a un documento interno che spiega come funziona l’algoritmo della piattaforma. Leggi

Affari

Da un anno l’Etiopia è devastata da un conflitto interno. Ma sul fronte del commercio di armi gli affari per il paese vanno a gonfie vele. I principali investitori sono Cina, Turchia ed Emirati Arabi Uniti. Leggi

Boom

Nel luglio 1997 il mensile statunitense Wired prevedeva venticinque anni di benessere e prosperità per tutti. Ma, forse per stemperare l’ottimismo, aveva indicato dieci cose che potevano andare storte. Leggi

Possibilità

Negli Stati Uniti è appena uscito l’ultimo libro scritto da David Graeber poco prima di morire. Secondo l’antropologo la storia degli esseri umani non ha un andamento lineare e c’è sempre l’opportunità di cambiare il suo andamento. Leggi

Radici

“La crisi climatica non viene dal nulla. È legata ad altre crisi e ingiustizie basate sull’idea che alcune persone hanno il diritto di rubare alle altre. È ingenuo pensare che potremo risolvere questa crisi senza andare alle sue radici”. Le parole di Greta Thunberg a Glasgow. Leggi

pubblicità
Complementari

Il 6 novembre è una data a cui siamo affezionati: è il giorno in cui è uscito il primo numero di Internazionale, nel 1993. Ventotto anni dopo la redazione fa uscire un nuovo giornale: si chiama l’Essenziale e vuole raccontare l’Italia. Leggi

Realtà

La scomparsa della complessità è forse uno degli effetti collaterali più gravi della polarizzazione vissuta negli ultimi anni da una parte del mondo occidentale. Leggi

Sole

Futura è un viaggio in più di venti città italiane grandi e piccole. Ragazze e ragazzi parlano di lavoro, scuola, paure, amore, amicizie, sogni e fanno capire che paese è e sarà l’Italia. Leggi

Fatti

Nel momento in cui i giornalisti e la loro indipendenza sono sotto attacco, il Nobel a Maria Ressa e Dmitrij Muratov è un segnale incoraggiante e forte. Leggi

Monopolio

Il blackout di Facebook e le rivelazioni di Frances Haugen permettono di valutare meglio cosa significa affidare la propria vita online a una sola grande azienda tecnologica. Leggi

pubblicità
Essenziale

Internazionale sta per lanciare un nuovo settimanale. Si chiamerà l’Essenziale e si occuperà di quello che succede in Italia. Leggi

Scintillante

La foto l’ha scattata Omar Martínez, fotoreporter del quotidiano La Jornada Baja California, a Tijuana, in Messico. Si vede un gigantesco magazzino di Amazon bianco e azzurro. Tutt’intorno una selva di baracche. Leggi

Buon anno

Tornare dal vivo. Abbracciare tutti.Pianificare l’impianificabile. Come ogni anno, questi sono i buoni propositi della redazione di Internazionale. E i vostri? Leggi

Coinvolgere

Quante persone servono per cambiare il mondo? Il saggio Why civil resistance works dà delle risposte interessanti. Leggi

Ottimismo

C’è l’ottimismo di chi dice che viviamo nei tempi migliori che l’umanità abbia mai conosciuto, ma anche quello di chi non è affatto contento per come vanno le cose e le vorrebbe cambiare. Leggi

pubblicità
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.