I partiti filoeuropei in vantaggio in Moldova

Secondo i primi risultati i partiti vicino all’Unione europea avrebbero ottenuto la maggioranza dei voti, ma i socialisti filorussi sono il primo partito. Il tema più importante riguarda il futuro dei rapporti con l’Unione europea e la Russia

I risultati parziali mostrano la spaccatura della Moldova

I risultati parziali delle elezioni parlamentari in Moldova, con l’80 per cento delle schede scrutinate, mostrano che i partiti filoeuropei sono in leggero vantaggio su quelli più vicini alla Russia.

I tre partiti favorevoli all’Unione europea - Liberaldemocratico, Liberale e Democratico - hanno raccolto in totale il 44 per cento delle preferenze, abbastanza per ottenere la maggioranza dei 101 seggi in parlamento.
Secondo i primi risultati, il Partito socialista, filorusso, è il primo partito con il 21,5 per cento dei voti, mentre i comunisti hanno il 17,8 per cento: l’opposizione avrebbe quindi in totale il 40 per cento dei voti.

L’affluenza ai seggi è stata del 56 per cento. Radio Free Europe

Aperte le urne in Moldova

Si vota oggi in Moldova per le elezioni parlamentari. Secondo i sondaggi il partito che dovrebbe prendere più voti è il Partito dei comunisti della Repubblica di Moldova (Pcrm), contro il principale avversario, il Partito liberale democratico di Moldova (Pldm). Le elezioni mostreranno anche se in futuro il paese si avvicinerà sempre di più all’Unione europea sfidando così la Russia. Reuters

pubblicità