I separatisti vincono senza sorprese le elezioni in Ucraina dell’est

A Donetsk e Luhansk si è votato per scegliere presidente e parlamento locale. Le elezioni non sono riconosciute dal governo di Kiev, né da Europa e Stati Uniti.

Il viceministro degli esteri russo ha detto che i vincitori delle elezioni in Ucraina dell’est hanno il mandato di negoziare con Kiev. Reuters

Il viceministro degli esteri russo ha detto che i vincitori delle elezioni in Ucraina dell’est hanno il mandato di negoziare con Kiev. Reuters

Le autorità ribelli confermano la vittoria di Zacharčenko

Gli organizzatori del voto in Ucraina dell’est hanno confermato la vittoria del leader dei separatisti filorussi, Aleksandr Zacharčenko, alle elezioni presidenziali e legislative nell’autoproclamata Repubblica popolare di Donetsk.

Secondo Roman Lyagin, uno dei responsabili della commissione elettorale, Zacharčenko ha ricevuto 765.340 voti, pari al 79 per cento delle preferenze. Reuters

pubblicità
Europa e Russia divise sul voto ucraino

Federica Mogherini, alto rappresentante dell’Unione europea per gli affari esteri e la politica di sicurezza, ha detto che le elezioni in Ucraina dell’est sono

Mosca, al contrario, ha fatto sapere che “rispetta” i risultati delle elezioni. Afp

Vittoria schiacciante per i filorussi

Uno dei leader dei separatisti filorussi, Aleksandr Zacharčenko, ha ottenuto come previsto una vittoria schiacciante (81,37 per cento dei voti secondo gli exit poll) nelle elezioni che si sono svolte nell’Ucraina dell’est. Queste elezioni, che Kiev ha definito “una farsa”, potrebbero rimettere in discussione il fragile processo di pace. Afp

Aleksandr Zacharčenko è in vantaggio a Donetsk, secondo i primi risultati delle elezioni locali. Ria Novosti

Uno dei leader dei separatisti filorussi, Aleksandr Zacharčenko, è in vantaggio a Donetsk, secondo i primi risultati delle elezioni nelle regioni dell’Ucraina orientale. Ria Novosti

pubblicità
L’affluenza a Luhansk

L’affluenza alle elezioni per l’autoproclamata Repubblica popolare di Luhansk, nell’est dell’Ucraina, è stata del 38 per cento alle 15. Lo ha dichiarato il capo della commissione elettorale Sergei Kozjakov in una conferenza stampa.

Alle 15 avevano votato 129.395 persone. Secondo il funzionario, l’affluenza è stata alta in tutta la regione. Non sono stati registrati incidenti durante le operazioni di voto. Ria Novosti

Per Porošenko le elezioni nell’est sono illegali

Il presidente ucraino Petro Porošenko ha definito “illegali” le elezioni in corso nell’est del paese e ha chiesto alla Russia di non riconoscere i risultati elettorali.

Porošenko ha dichiarato che il voto è stato “una farsa, condotta all’ombra dei carri armati e delle bombe”.

Per il presidente ucraino le elezioni nelle regioni separatiste dell’est del paese violano gli accordi del protocollo di Minsk, firmato il 5 settembre, che ha portato alla tregua tra separatisti filorussi e governo.

“Io conto sulla Russia, che non dovrebbe riconoscere queste cosiddette elezioni perché violano il protocollo di Minsk, firmato anche dai russi”, ha detto Porošenko in un comunicato. Reuters

Kiev denuncia che truppe russe stanno attraversando il confine per essere schierate nell’est dell’Ucraina. Afp

L’Ucraina denuncia il dispiegamento nell’est del paese di truppe provenienti dalla Russia. Afp

Due ore di voto in più a Luhansk

Nella regione di Luhansk, nell’est dell’Ucraina, la commissione elettorale ha dichiarato che il voto sarà esteso di due ore per permettere a tutti di votare. L’affluenza è stata del 18 per cento. Ria Novosti

Aperta un’inchiesta penale contro i separatisti

Le autorità ucraine hanno aperto un’inchiesta penale per “tentato golpe” e “cambiamento dell’ordine costituzionale” contro i separatisti filorussi che hanno organizzato le elezioni nell’est del paese.

Lo ha dichiarato Markian Loubkivski, un responsabile dei servizi di sicurezza ucraini. Afp

pubblicità
Un seggio a Donetsk
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.