Calanchi, Aliano, Basilicata, 2014. (Giulio Rimondi)
  • 11 Mar 2016 12.49

Viaggio in Italia

11 marzo 2016 12:49

Nel 2008, dopo molti anni passati all’estero per lavoro, il fotografo Giulio Rimondi decide di tornare in Italia. I cambiamenti e le difficoltà che il paese sta affrontando, soprattutto a causa della crisi economica, lo spingono a riflettere su aspetti che aveva da tempo trascurato. E comincia a immaginare un percorso fotografico, che si realizzerà poi nel 2013.

In quell’anno comincia a viaggiare da nord a sud, con treni, pullman, ma soprattutto a piedi, con l’obiettivo di raccontare “con empatia e lontano dai cliché” le persone e i luoghi di un paese. Senza seguire un itinerario preciso, dalle terre del Po vicino a casa sua alla costa ligure, dalle rovine di Roma al sud “più invernale e segreto”. Luoghi che ha fotografato così come li ha visti, racconta Rimondi, a volte in bianco e nero, altre a colori.

Il suo viaggio, che è ancora in corso, è diventato il progetto Italiana che Rimondi definisce un progetto di “fotografia umanistica”. E che diventerà un libro, pubblicato dalla casa editrice tedesca Kehrer e curato da Christian Caujolle. Per proseguire la realizzazione del progetto è in corso una campagna di raccolta fondi sul sito Kickstarter.

pubblicità

Da non perdere

Viaggio. La nuova copertina di Internazionale
La famiglia di Filadelfia. L’articolo di Ida Dominijanni
Cosa sono gli stress test e qual è la situazione delle banche italiane

In primo piano