NUOVE NOTIZIE

LIVE
NUOVE NOTIZIE

  •  

Il terremoto nell’Italia centrale

 

Sono 278 le vittime e più di trecento i feriti causati dal terremoto di magnitudo 6 con epicentro ad Accumoli, in provincia di Rieti, che ha colpito il centro Italia alle 3.36 del 24 agosto. Il governo ha dichiarato lo stato di emergenza, ha stanziato 50 milioni di euro per gli aiuti e ha sospeso le tasse per le zone colpite dal sisma.


  • 26 Ago 2016 18.33

Sono 278 le vittime del terremoto nell’Italia centrale. Lo ha reso noto la protezione civile. I feriti sono 388. Delle vittime accertate 218 sono state registrate ad Amatrice, 49 ad Arquata del Tronto e 11 ad Accumoli. Il bilancio è ancora provvisorio.

  • 26 Ago 2016 18.07

Sono 268 le vittime del terremoto nell’Italia centrale. Il bilancio, diffuso dai soccorritori, è ancora provvisorio. I feriti ricoverati in ospedale sono 387. Il governo ha dichiarato lo stato di emergenza, ha stanziato 50 milioni di euro per gli aiuti e ha sospeso le tasse per le zone colpite dal sisma. Per domani è stato proclamato un giorno di lutto nazionale.

pubblicità
  • 26 Ago 2016 16.40

Il punto della situazione sul terremoto nell’Italia centrale

  • È salito a 267 il numero delle vittime del terremoto di magnitudo 6 con epicentro ad Accumoli, in provincia di Rieti, che ha colpito il centro Italia alle 3.36 del 24 agosto.
  • Ieri il consiglio dei ministri ha dichiarato lo stato di emergenza, ha stanziato 50 milioni di euro per gli aiuti e ha sospeso le tasse per le zone colpite dal sisma.
  • Alle 6.28 di stamattina c’è stata una nuova scossa di terremoto di magnitudo 4,8 che è stata avvertita in particolare ad Amatrice, uno dei comuni più danneggiati dal sisma. Dopo la scossa è stato chiuso il Ponte a Tre Occhi sulla strada regionale 260, importante via di accesso ad Amatrice.
  • Il premier Matteo Renzi ha indetto per domani, 27 agosto 2016, una giornata di lutto nazionale con l’esposizione di bandiere a mezz’asta sugli edifici pubblici dell’intero paese. Domani alle 11.30 ci saranno i funerali per le vittime del terremoto ad Arquata del Tronto.
  • Oggi si sono svolti a Roma e a Pomezia i primi funerali delle vittime.
  • La procura di Rieti ha aperto un’inchiesta per disastro colposo, in particolare sui crolli che hanno interessato gli edifici ristrutturati recentemente, come la scuola di Amatrice e il campanile di Accumoli.
  • Secondo la protezione civile sono 2.100 le persone sfollate ospitate nei campi e nelle tende, “a fronte di una disponibilità complessiva di 3.500 posti letto”.
  • I centri di assistenza sono ad Amatrice, Accumoli, Arquata, Montegallo e tra Fermo e Macerata. Oltre a queste ci sono le persone accolte nelle strutture in Umbria (circa 600).
  • 26 Ago 2016 16.30

Mettere in sicurezza l’Italia costerebbe meno che ricostruirla. “Negli ultimi cinquant’anni l’Italia ha speso 121 miliardi di euro per la ricostruzione degli edifici distrutti dai terremoti. Secondo alcune stime, per mettere in sicurezza le abitazioni private servirebbero 93 miliardi di euro, ma il fondo per la prevenzione creato dopo il terremoto dell’Aquila prevede appena un miliardo di euro in sette anni”. Leggi l’articolo di Jacopo Ottaviani.

  • 26 Ago 2016 16.25
Un uomo nel campo allestito all’interno di una palestra ad Amatrice, in provincia di Rieti. La protezione civile ha allestito dei campi nelle località colpite dal terremoto, per ospitare le persone che hanno perso la casa.
pubblicità
  • 26 Ago 2016 15.55

Secondo il sindaco di Amatrice Sergio Pirozzi in città ci sono ancora circa 15 persone disperse dopo il terremoto. Secondo il bilancio della protezione civile nella cittadina, tra le più colpite dal terremoto del 24 agosto, sono morte 207 persone.

  • 26 Ago 2016 15.46

Stamattina alle 8.30 la protezione civile ha aggiornato il numero delle vittime e ha dato le ultime notizie sulla situazione delle ricerche e dei soccorsi. Hanno parlato Titti Postiglione del Dipartimento della protezione civile e Bruno Frattasi del Corpo nazionale dei vigili del fuoco.


  • 26 Ago 2016 15.28

Amatrice vista dal satellite prima e dopo il terremoto

Due immagini satellitari di Amatrice scattate dalla DigitalGlobe. Quella a sinistra è stata scattata il 25 agosto del 2016, dopo il terremoto, mentre quella a destra è stata scattata il 21 aprile del 2014.
  • 26 Ago 2016 13.06

Domani lutto nazionale per le vittime del terremoto

Il premier Matteo Renzi ha indetto per domani, 27 agosto 2016, una giornata di lutto nazionale con l’esposizione di bandiere a mezz’asta sugli edifici pubblici dell’intero paese. Domani alle 11.30 ci saranno i funerali per le vittime del terremoto ad Arquata del Tronto.

  • 26 Ago 2016 11.38
Le operazioni di soccorso ad Amatrice, in provincia di Rieti, il 26 agosto 2016.
pubblicità
  • 26 Ago 2016 10.34

I primi funerali delle vittime del terremoto

Si terranno oggi in diverse città i primi funerali delle vittime del terremoto del 24 agosto.

  • Si terranno a Roma, alle ore 11.30, i funerali di Marco Santarelli, figlio del questore di Frosinone, morto nel sisma che ha colpito e devastato la città di Amatrice, in provincia di Rieti. Marco, 28 anni, era un cuoco. Era nella casa del comune del reatino per qualche giorno di vacanza con alcuni amici. È morto sotto le macerie dell’abitazione distrutta dal sisma. Il rito funebre si terrà nella Basilica di Santa Croce in Gerusalemme.
  • Ad Ascoli Piceno si terranno domani i funerali di alcune delle vittime del terremoto, le cui salme si trovano all’obitorio dell’ospedale cittadino. Si tratta di 45 persone uccise dal terremoto ad Arquata del Tronto e nelle frazioni di Pescara del Tronto e Capodacqua. Il rito funebre sarà celebrato dal vescovo Giovanni D’Ercole all’interno della palestra del quartiere di Monticelli dove è stato deciso di trasferire tutte le bare.
  • A Pomezia alle 11 si svolgeranno i funerali di Elisa Cafini, 14 anni, e del cuginetto Gabriele Pratesi, 8 anni, insieme a quelli delle nonne, Rita Colaceli e Irma Rendina, uccisi dal terremoto a Pescara del Tronto. Nella stessa cerimonia si svolgeranno i funerali di Andrea Cosso, Wilma Piciacchia e Arianna Masciarelli.
  • 26 Ago 2016 10.10

Un drone ha ripreso dall’alto gli edifici distrutti dal terremoto del 24 agosto nelle frazioni di Amatrice, uno dei paesi che ha registrato più danni a causa del sisma.

  • 26 Ago 2016 08.40

Secondo la protezione civile i morti sono 267: 207 ad Amatrice, 49 nel comune di Arquata del Tronto e 11 ad Accumoli. Nel corso della notte tra il 25 e il 26 agosto sono state registrate nuove scosse: l’ultima, di magnitudo 4,8 alle 6.28 di stamattina, ha causato nuovi crolli ad Amatrice. Sono rimasti illesi i soccorritori ancora al lavoro all’hotel Roma e in una casa privata.

La sera del 25 agosto il governo ha proclamato lo stato d’emergenza nelle aree colpite e stanziato i primi 50 milioni di euro.

  • 25 Ago 2016 19.03

Secondo la protezione civile il numero delle vittime è salito a 250. I feriti sono 365.

  • 25 Ago 2016 17.37


Almeno 241 morti e più di trecento feriti, migliaia di sfollati e un numero imprecisato di dispersi. È questo il bilancio provvisorio del terremoto del 24 agosto. L’epicentro del sisma è stato ad Accumoli, in provincia di Rieti. Il governo è pronto a dichiarare lo stato di emergenza. Il video dell’Afp.

pubblicità
  • 25 Ago 2016 16.04
  • Il bilancio delle vittime del terremoto è stato rivisto al ribasso: sono 241 i morti causati dal sisma. La prefettura di Ascoli Piceno ha rivisto il dato per la zona di Arquata riducendolo da 57 a 46 morti. Nell’area di Amatrice e Accumoli il numero ufficiale sale invece da 190 a 195. I feriti ricoverati in ospedale sono 264.
  • Alle 15 un’altra scossa di magnitudo 4,3 è stata avvertita vicino all’epicentro del sisma del 24 agosto, a pochi chilometri da Amatrice, nella provincia di Rieti. I soccorsi sono stati bloccati per ragioni di sicurezza.
  • Secondo la protezione civile, nell’albergo Roma di Amatrice si erano registrati 32 ospiti, non 70 come era stato detto in un primo momento, il 24 agosto. Secondo il sindaco della cittadina laziale, Sergio Pirozzi, quattro persone sono state estratte dalle macerie e altre due potrebbero essere ancora vive.
  • La procura di Rieti ha aperto un’inchiesta per disastro colposo, in particolare sui crolli che hanno interessato edifici ristrutturati recentemente, come la scuola di Amatrice e il campanile di Accumoli.
  • Alle 18 si riunisce il consiglio dei ministri: il governo dovrebbe dichiarare lo stato di emergenza per le aree colpite e dovrebbe approvare lo stanziamento di 234 milioni del Fondo per le emergenze nazionali.
  • 25 Ago 2016 15.52

Pescara del Tronto vista da un drone dopo il sisma.


  • 25 Ago 2016 15.36

Una nuova scossa di terremoto di magnitudo 4,3 ha colpito la zona che era già stata interessata dal sisma il 24 agosto. L’epicentro è avvenuto nella provincia di Rieti, a pochi chilometri da Amatrice. I soccorsi sono stati interrotti per ragioni di sicurezza. Il video di SkyTg24.

  • 25 Ago 2016 15.22
In un campo di Arquata del Tronto allestito per ospitare chi ha perso la casa nel terremoto. Nelle zone colpite dal sisma gli sfollati sono almeno 2.500.
  • 25 Ago 2016 14.58

Un’altra scossa di magnitudo 4,3 in provincia di Rieti

Un’altra scossa di magnitudo 4,3 è stata avvertita vicino all’epicentro del sisma del 24 agosto, a pochi chilometri da Amatrice, nella provincia di Rieti.

pubblicità
  • 25 Ago 2016 14.50

Il governo pronto a dichiarare lo stato d’emergenza

Alle 18 si riunisce il consiglio dei ministri: il governo dovrebbe dichiarare lo stato di emergenza per le aree colpite e dovrebbe approvare lo stanziamento di 234 milioni del Fondo per le emergenze nazionali.

  • 25 Ago 2016 14.41
Accumuli, prima e dopo il terremoto. (Sopra: Google, sotto: Steve Scherer, Reuters/Contrasto)

Prima e dopo il terremoto. Il New York Times ha creato una gallery in cui mostra le foto di Accumoli, Amatrice, Pescara del Tronto e Arquata del Tronto prima e dopo il terremoto.

  • 25 Ago 2016 14.39

Il numero dei morti è più basso di quello annunciato

Il bilancio delle vittime del terremoto è stato rivisto al ribasso: sono 241 i morti causati dal sisma. La prefettura di Ascoli Piceno ha rivisto il dato per la zona di Arquata riducendolo da 57 a 46 deceduti. Nell’area di Amatrice e Accumoli il numero ufficiale sale invece da 190 a 195. I feriti ricoverati in ospedale sono 264.

  • 25 Ago 2016 14.30

La procura di Rieti ha aperto un’inchiesta per disastro colposo dopo il terremoto del 24 agosto. In particolare vuole indagare sui crolli di edifici recentemente restaurati, come il campanile della chiesa di Accumoli e una scuola di Amatrice, ristrutturata nel 2012. Il campanile di Accumoli è crollato su una casa uccidendo la famiglia di quattro persone che ci viveva.

  • 25 Ago 2016 13.01

Le prime pagine dei quotidiani internazionali dedicate al terremoto del 24 agosto.

  • 25 Ago 2016 12.47

All’hotel Roma di Amatrice si cercano circa 30 persone. Secondo la protezione civile, nell’albergo Roma di Amatrice si erano registrati 32 ospiti, non 70 come era stato detto in un primo momento, il 24 agosto. Secondo il sindaco della cittadina laziale, Sergio Pirozzi, quattro persone sono state estratte dalle macerie e altre due potrebbero essere ancora vive.

  • 25 Ago 2016 12.28

Il ministro della cultura e del turismo Dario Franceschini ha annunciato che gli incassi dei musei di domenica 28 agosto saranno destinati ai territori terremotati.

  • 25 Ago 2016 12.21

Nel terremoto che ha colpito l’Italia centrale il 24 agosto, in cui sono morte almeno 247 persone, è emersa la pericolosità sismica del territorio italiano, ma soprattutto la vulnerabilità delle sue costruzioni, che nella maggior parte dei casi non rispettano le norme antisismiche. Quali sono i parametri per giudicare se un edificio è sicuro? Leggi l’articolo Cos’è la pericolosità sismica.

  • 25 Ago 2016 11.36

Dopo 12 ore di ricerche da parte dei soccorritori, Giulia, una bambina di 10 anni, è stata estratta viva dalle macerie a Pescara del Tronto, nelle Marche.

  • 25 Ago 2016 09.59

Il punto della situazione sul terremoto nell’Italia centrale

  • È salito a 247 il numero dei morti causati dal terremoto che il 24 agosto ha colpito l’Italia centrale. Lo ha confermato la protezione civile. I feriti sono più di trecento e 274 persone sono ricoverate in ospedale. Tra i paesi più colpiti ci sono Amatrice, Accumoli e Arquata del Tronto.
  • Secondo i soccorritori, il numero delle vittime potrebbe salire ancora. È il più grave terremoto in Italia da quello del 2009 all’Aquila, che ha causato 309 morti.
  • I soccorritori continuano a scavare per estrarre dalle macerie eventuali superstiti. La scorsa notte una bambina di dieci anni è stata messa in salvo a Pescara del Tronto.
  • La prima scossa, di magnitudo 6, è stata avvertita alle 3.36 del 24 agosto. Dall’inizio dello sciame sono state registrate in tutto 460 scosse. Questa mattina alle 5.17 c’è stata un’altra scossa di magnitudo 4,5 con epicentro tra Accumoli e Arquata del Tronto, che è stata avvertita anche nelle Marche e nel Lazio.
  • Oggi alle 18 il premier Matteo Renzi ha convocato il consiglio dei ministri per una riunione straordinaria sulle misure da adottare per aiutare le comunità colpite dal sisma.
  • 25 Ago 2016 09.17
Le operazioni di soccorso a Pescara del Tronto, in provincia di Ascoli Piceno, la notte tra il 24 e il 25 agosto 2016.
  • 25 Ago 2016 09.08

Ricoverate in ospedale 274 persone a causa del terremoto

I feriti ricoverati in ospedale per il terremoto che ha colpito l’Italia centrale sono 274. Lo ha detto la responsabile dell’ufficio emergenze della protezione civile, Titti Postiglione, nel primo incontro con la stampa della giornata.

  • 25 Ago 2016 08.50

Almeno 247 morti a causa del terremoto nell’Italia centrale

È salito a 247 il numero delle vittime causate dal forte terremoto del 24 agosto nell’Italia centrale. L’ha confermato la protezione civile. In particolare si contano 190 morti in provincia di Rieti e 57 in provincia di Ascoli Piceno.

Questa mattina alle 5.17 c’è stata un’altra scossa di magnitudo 4,5 con epicentro tra Accumoli e Arquata del Tronto, che è stata avvertita anche nelle Marche e nel Lazio.

  • 24 Ago 2016 20.35

Il punto della situazione

  • La scorsa notte un forte terremoto ha colpito l’Italia centrale. L’epicentro del sisma, avvenuto a circa quattro chilometri di profondità, è stato registrato nei pressi di Accumoli, in provincia di Rieti.
  • La prima scossa, di magnitudo 6, è stata avvertita alle 3.36 ed è stata seguita da altri eventi sismici meno potenti, che però sono proseguiti nel corso della giornata. I paesi più colpiti, oltre ad Amatrice e Accumoli, sono stati Arquata del Tronto e Pescara del Tronto, in provincia di Ascoli Piceno. L’attività sismica è ancora in corso e la protezione civile ha invitato gli abitanti alla prudenza.
  • I morti sono almeno 120, ha dichiarato il premier italiano Matteo Renzi e i feriti sono sono 368, imprecisati i dispersi. Il bilancio è destinato ad aumentare, stando alle informazioni diffuse dei soccorritori.
  • Una delle situazioni più gravi sembra quella dell’Hotel Roma di Amatrice, dove dormivano 70 persone. Di queste solo quattro finora sono state estratte dalle macerie.
  • Il premier italiano, Matteo Renzi, ha fatto visita ad Amatrice, uno dei paesi più colpiti. È stato mobilitato l’esercito e il ministero delle finanze ha destinato 235 milioni di euro ai fondi per l’emergenza. I soccorritori hanno faticato molto a raggiungere i centri abitati colpiti dal sisma.
  • Il sindaco di Amatrice, Sergio Pirozzi, ha dichiarato ai mezzi d’informazione locali che “mezza città è scomparsa”. Stefano Petrucci, sindaco di Accumoli, ha detto che circa 2.500 persone sono rimaste senza casa. Nelle Marche gli sfollati sono circa 1.500.
  • Ad Accumoli e Amatrice sono state montate delle tende fornite dalla regione Lazio per accogliere gli sfollati. Delle tende sono state allestite anche ad Arquata del Tronto e Pescara del Tronto.
  • Si è trattato del più forte terremoto in Italia da quello del 2009 all’Aquila, che però è stato circa 2-3 volte più potente, ha dichiarato all’Ansa Alessandro Amato, sismologo dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv).
  • 24 Ago 2016 20.06

Nuova forte scossa avvertita a Pescara del Tronto

  • 24 Ago 2016 19.24

Sale a 120 il numero delle vittime

L’ha dichiarato il premier Matteo Renzi, durante una conferenza stampa a Rieti. I feriti sono 368. Il bilancio non è definitivo, ha aggiunto il primo ministro.

  • 24 Ago 2016 18.54
Il ministro delle infrastrutture e dei trasporti Graziano Delrio visita il campo base della protezione civile, allestito dopo il terremoto ad Arquata del Tronto , in provincia di Ascoli Piceno, il 24 agosto 2016.
  • 24 Ago 2016 18.40

Il punto della situazione

  • La scorsa notte un forte terremoto ha colpito l’Italia centrale. L’epicentro del sisma, avvenuto a circa quattro chilometri di profondità, è stato registrato tra Amatrice e Accumoli, in provincia di Rieti.
  • La prima scossa, di magnitudo 6, è stata avvertita alle 3.36 ed è stata seguita da altri eventi sismici meno potenti, che però sono proseguiti nel corso della mattinata. I paesi più colpiti, oltre ad Amatrice e Accumoli, sono stati Arquata del Tronto e Pescara del Tronto, in provincia di Ascoli Piceno.
  • I morti sono almeno 73 e i feriti sono un centinaio, imprecisati i dispersi. Il bilancio, diffuso dalla protezione civile, è provvisorio e gli stessi soccorritori hanno invitato a trattare queste cifre con grande cautela.
  • Il premier italiano, Matteo Renzi, ha fatto visita ad Amatrice, uno dei paesi più colpiti. È stato mobilitato l’esercito e il ministero delle finanze ha destinato 235 milioni di euro ai fondi per l’emergenza. I soccorritori hanno faticato molto a raggiungere i centri abitati colpiti dal sisma.
  • Il sindaco di Amatrice, Sergio Pirozzi, ha dichiarato ai mezzi d’informazione locali che “mezza città è scomparsa”. Stefano Petrucci, sindaco di Accumoli, ha detto che circa 2.500 persone sono rimaste senza casa. Nelle Marche gli sfollati sono circa 1.500.
  • Ad Accumoli e Amatrice sono state montate delle tende fornite dalla regione Lazio per accogliere gli sfollati. Delle tende sono state allestite anche ad Arquata del Tronto e Pescara del Tronto.
  • Si è trattato del più forte terremoto in Italia da quello del 2009 all’Aquila, che però è stato circa 2-3 volte più potente, ha dichiarato all’Ansa Alessandro Amato, sismologo dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv).
  • 24 Ago 2016 18.14

Come si misura un terremoto?

Ci sono vari modi per misurare la grandezza di un terremoto.

Uno dei modi è la scala Richter, che si basa sull’ampiezza del segnale registrato da un sismografo e la distanza dello strumento dall’epicentro. Questo metodo è stato sviluppato da Charles Richter relativamente ai terremoti in California, che hanno caratteristiche specifiche, per esempio rispetto alla profondità.

Un metodo più moderno e globale, che permette misure accurate anche dei terremoti di magnitudo 8 e oltre, è la magnitudo momento. In questo caso viene usato un parametro, chiamato momento sismico, che dipende dalle caratteristiche delle rocce, dalla geometria della faglia e dal suo spostamento. Il calcolo però è più lungo e complesso rispetto al metodo Richter.

La scala Mercalli, sviluppata da Giuseppe Mercalli, si basa invece sugli effetti della scossa sulle persone e sulle infrastrutture. Ha quindi aspetti soggettivi.

  • 24 Ago 2016 17.49

Matteo Renzi è arrivato ad Amatrice. Il premier italiano è arrivato in uno dei paesi colpiti dal terremoto. Ad accoglierlo, il ministro delle infrastrutture Graziano Delrio e il capo della protezione civile Fabrizio Curcio.

  • 24 Ago 2016 17.42

Amatrice vista dall’alto

Il fotografo dell’Ap Gregorio Borgia racconta sull’account Instagram di Internazionale come ha realizzato l’immagine dall’alto di Amatrice, in provincia di Rieti, dopo il terremoto di magnitudo 6 che il 24 agosto ha colpito l’Italia centrale.

“Abbiamo dovuto sorvolare il paese di Amatrice ad una quota di circa mille piedi per non interferire con il volo degli elicotteri dei soccorritori. Da quella distanza il paese sembrava intatto, avvolto da una meravigliosa vallata. Appena ho inquadrato con il teleobiettivo la zona del centro storico, la scena è apparsa nella sua devastante realtà. Il centro di Amatrice è raso al suolo, tutto è crollato tranne un solo edificio, il più moderno, tutto il resto è avvolto dal grigio dei mattoni e della calce fatta esplodere dalla scossa. I soccorritori da quell’altezza sembravano troppo piccoli in mezzo a tutta quella distruzione”.

  • 24 Ago 2016 17.37

Sale a 60 il bilancio dei morti tra Amatrice e Accumoli. Lo conferma il capo della protezione civile, Fabrizio Curcio, che in questo momento si trova proprio ad Amatrice. Curcio ha aggiunto che conviene essere cauti con le cifre.

  • 24 Ago 2016 17.32

Il numero per le donazioni

  • 24 Ago 2016 17.09

Le aree colpite dal terremoto riprese da un drone

  • 24 Ago 2016 16.49
Pescara del Tronto, in provincia di Ascoli Piceno, dopo il terremoto, il 24 agosto 2016.
  • 24 Ago 2016 16.36

Dal terremoto del Friuli Venezia Giulia a quello dell’Emilia del 2012. Tutti i peggiori terremoti che hanno colpito il paese dal 1976 a oggi.

  • 24 Ago 2016 16.18

La conferenza stampa dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv) sul terremoto


  • 24 Ago 2016 16.04

Sono 73 i morti causati dal terremoto nell’Italia centrale, secondo un bilancio provvisorio diffuso dalla protezione civile. I feriti sono un centinaio, mentre è imprecisato il numero dei dispersi. Gli sfollati sono un migliaio.

  • 24 Ago 2016 15.11
I soccorritori cercano possibili vittime tra le macerie, ad Amatrice, in provincia di Rieti, il 24 agosto 2016.
  • 24 Ago 2016 14.30
Amatrice vista dall’alto, dopo il terremoto, il 24 agosto 2016.
  • 24 Ago 2016 14.30
Tra le macerie di alcuni edifici colpiti dal terremoto a Pescara del Tronto, in provincia di Ascoli Piceno, il 24 agosto 2016.

La notte del 24 agosto un terremoto ha colpito l’Italia centrale. L’epicentro del sisma, a circa quattro chilometri di profondità, è stato registrato tra Amatrice e Accumoli, in provincia di Rieti. Ecco cosa sappiamo finora:

  • C’è stata una prima scossa, di magnitudo 6, alle 3.36. Nelle ore successive ce ne sono state altre due di magnitudo 5,4 e 4,1 nei pressi di Norcia, in provincia di Perugia. Il terremoto è stato avvertito anche a Roma.
  • La mattina del 24 agosto gli eventi sismici sono proseguiti: verso le 13.50 una violenta scossa di assestamento è avvenuta nei pressi di Norcia.
  • Il bilancio al momento è di almeno 38 morti e 150 dispersi, stando al bollettino della protezione civile, che però ha dichiarato che il numero delle vittime è destinato ad aumentare. Molte persone però sono ancora sepolte sotto le macerie. Secondo un bilancio dell’Ansa, le vittime sarebbero 63.
  • I paesi più colpiti, oltre ad Amatrice e Accumoli, sono stati Arquata del Tronto e Pescara del Tronto, in provincia di Ascoli Piceno. Nell’obitorio dell’ospedale di Ascoli Piceno sono arrivate 14 salme. Nel pomeriggio il premier Matteo Renzi farà visita alle zone colpite.
  • Ad Accumoli e Amatrice sono state montate delle tende fornite dalla regione Lazio per accogliere gli sfollati. Il sindaco di Accumoli, Stefano Petrucci, ha dichiarato che suo nel paese ci sono circa duemila sfollati. Delle tende sono in fase di allestimento anche ad Arquata del Tronto e Pescara del Tronto.
  • Il terremoto, in termini di energia liberata, è stato circa 2-3 volte inferiore a quello che ha colpito L’Aquila nel 2009, che era di magnitudo compresa tra 6,2 e 6,3, ha dichiarato all’Ansa Alessandro Amato, sismologo dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv).
  • 24 Ago 2016 14.15

Nuova scossa di assestamento nel centro Italia. Una violenta scossa di assestamento è avvenuta nei pressi di Norcia, non lontano dall’epicentro del sisma della notte scorsa. Secondo stime dell’Ingv si è trattato di una scossa di magnitudo 4,7.

  • 24 Ago 2016 13.00

Cos’è un terremoto e come si misura

Lo strato più superficiale del nostro pianeta, cioè la crosta terrestre, è formato da più pezzi. Questi pezzi, o placche, si muovono lentamente, scivolando l’uno rispetto all’altro o scontrandosi. Che cos’è un terremoto e come si misura:

Quando la tensione diventa eccessiva, i bordi delle due placche si “scollano” improvvisamente e si muovono, producendo un terremoto. Le faglie corrispondono alle linee di frattura della crosta terrestre. L’epicentro del terremoto è invece il punto in superficie che corrisponde all’inizio della frattura.

  • 24 Ago 2016 12.00

Sale a 38 il numero dei morti

La protezione civile ha confermato che le vittime del terremoto che ha colpito il centro Italia sono 38 e i dispersi sono più di 150. Dieci morti risultano nella zona di Arquata del Tronto e 28 tra Amatrice e Accumoli. Decine di persone sono ancora intrappolate sotto le macerie e i numeri sono destinati a cambiare, aggiungono i soccorritori.

Il sindaco di Accumoli, Stefano Petrucci, ha dichiarato che nel paese ci sono circa duemila sfollati.

  • 24 Ago 2016 11.30


“Decine di vittime, tanti sotto le macerie, stiamo allestendo un luogo per le salme”, ha detto Sergio Pirozzi, sindaco di Amatrice, uno dei centri più colpiti dal sisma di magnitudo 6 che ha colpito l’Italia centrale il 24 agosto. Ad Accumoli, un altro paese del Lazio, l’ultimo bilancio riferito dal primo cittadino Stefano Petrucci, è di 4 morti accertati e almeno 8 dispersi. Altre due vittime ci sono state ad Arquata del Tronto, nelle Marche. Le autorità non hanno fornito un bilancio ufficiale delle vittime.

  • 24 Ago 2016 10.45

Cosa fare in caso di terremoto. Un terremoto provoca diversi tipi di oscillazioni in un edificio. Le più dannose sono quelle orizzontali, che colpiscono sopratutto le costruzioni più antiche. A rischio sono anche le case costruite senza seguire le normative sismiche. La protezione civile ha stilato alcune norme di comportamento da seguire durante e dopo le scosse.

Durante un terremoto

  • In un luogo chiuso, è consigliabile mettersi sotto una trave, nel vano di una porta o vicino a una parete portante.
  • Prestare attenzione a intonaco, controsoffitti, vetri, mobili: le cose che cadono potrebbero essere pericolose.
  • Fare attenzione all’uso delle scale: spesso sono poco resistenti.
  • Meglio evitare l’ascensore: si può bloccare.
  • All’aperto, allontanarsi da edifici, alberi, lampioni, linee elettriche: vasi, tegole e altri materiali che cadono potrebbero essere pericolosi.

Dopo un terremoto

  • Assicurarsi dello stato di salute delle persone coinvolte.
  • Uscire con prudenza, indossando le scarpe: in strada ci potrebbero essere vetri rotti e altri oggetti che potrebbero ferire.
  • In una zona a rischio maremoto, allontanarsi dalla spiaggia e raggiungere un posto elevato.
  • Raggiungere le aree di attesa previste dal piano di protezione civile del comune in cui ci si trova.
  • Limitare l’uso del telefono.
  • Limitare l’uso dell’auto per evitare di intralciare le operazioni di soccorso.
  • 24 Ago 2016 10.30

Un sisma di magnitudo 6 sulla scala Richter con epicentro ad Accumoli, in provincia di Rieti, è stato avvertito in tutto il centro Italia alle 3.36 del 24 agosto, seguito un’ora dopo da due scosse di magnitudo inferiore. I danni più gravi ad Accumoli, ad Amatrice, sempre in provincia di Rieti, e a Pescara del Tronto, in provincia di Ascoli Piceno. Ecco cosa sappiamo finora:

  • Il bilancio è di 38 morti, secondo la Protezione civile. Molte persone si trovano ancora sotto le macerie. I soccorsi sono stati complicati dalla difficoltà di accesso alle zone colpite.
  • Dieci persone sono morte nella zona di Arquata del Tronto e 28 tra Amatrice e Accumoli.
  • “Si tratta di un sisma severo la cui intensità è paragonabile a quella dell’Aquila del 2009”, ha detto in una conferenza stampa il capo della Protezione civile Fabrizio Curcio. Il terremoto all’Aquila e nei paesi vicini avvenne il 6 aprile del 2009. Fu di magnitudo 6,3 e causò la morte di 309 persone, il ferimento di più di mille e lasciò quasi 70mila persone senza casa.
  • I paesi che si trovano nel raggio di 10 chilometri dall’epicentro del sisma sono Accumoli, Amatrice, Cittareale e Arquata del Tronto. Migliaia di persone si sono riversate in strada. Il sisma è stato avvertito in tutto il centro Italia.
  • L’ospedale di Amatrice è al momento inagibile. I feriti più gravi vengono mandati all’ospedale di Rieti.
  • A causa del terremoto si è staccato un grande masso dal Corno Piccolo sul Gran Sasso.
  • Alcuni giunti di pilastri che sorreggono i viadotti della A25 tra Pratola e Cocullo (L’Aquila) si sono mossi. Al momento sono in corso controlli, la circolazione resta comunque aperta e regolare.
  • La protezione civile ha aperto delle linee per i soccorsi: il call center nazionale 800 840 840; la sala operativa della Protezione civile del Lazio 803 555.
  • 24 Ago 2016 09.30
I soccorsi ad Amatrice, in provincia di Rieti, il 24 agosto 2016.

La notte del 24 agosto, alle 3.36, un terremoto di magnitudo 6 ha colpito l’Italia centrale, seguito un’ora dopo da altre due scosse di magnitudo inferiore. L’epicentro è stato individuato nel paese di Accumoli, in provincia di Rieti, ma le scosse sono state avvertite anche a grandi distanze nei territori di Lazio, Umbria e Marche. Le foto di Filippo Monteforte.