Le donne tunisine chiedono verità per i loro cari scomparsi in Italia

05 aprile 2017 10:28

“È una ricerca che dura da sei anni, vogliamo sapere dove sono finiti questi giovani. Chiediamo verità sia al governo tunisino che a quello italiano”, dice Aissa Halima, presidente dell’associazione Ardepte.

Dopo la caduta di Ben Ali, tra gennaio e aprile 2011 circa 23mila tunisini hanno lasciato il paese diretti verso l’Italia. In questi sei anni sono scomparsi più di 500 giovani e né il governo tunisino né quello italiano hanno dato informazioni alle famiglie sul loro destino. Molte donne tunisine si sono riunite in associazioni per chiedere la verità per i familiari scomparsi, l’istituzione di una commissione tecnica bilaterale con i loro legali e la riesumazione dei corpi senza vita sepolti in Italia.

Il reportage di Sara Manisera e Arianna Pagani.

pubblicità

Articolo successivo

Persia e lambrusco
Pier Andrea Canei