17 agosto 2012 16:27

Il 17 agosto le Pussy Riot sono state condannate a due anni di carcere. A febbraio, per protestare contro il regime di Vladimir Putin, le tre ragazze del gruppo punk erano entrate nella cattedrale di Cristo Salvatore a Mosca e avevano suonato sull’altare. Un mese dopo sono state arrestate con l’accusa di comportamenti violenti e oltraggiosi.

In Russia e nel resto del mondo sono nate molte manifestazioni di solidarietà.

In questa foto: Nadezhda Tolokonnikova delle Pussy Riot scortata dalla polizia verso il tribunale di Mosca. 8 agosto.