Russia

Russia

Capitale
Mosca
Cambio
Ora locale
Borsa
Meteo
Pil pro capite
Temperatura
Popolazione
Moneta
Rublo russo
Superficie
In Siria gli Stati Uniti giocano la carta curda

Washington cerca il modo di arginare la presenza dell’Iran e della Russia in Medio Oriente, lasciando però ai curdi la parte più difficile da risolvere. Leggi

Nel conflitto siriano si gioca anche il futuro di Putin

Il presidente russo contava di presentarsi come l’uomo che ha messo fine a sette anni di guerra in Siria e invece è intrappolato tra gli iraniani e i turchi. Leggi

pubblicità
In Siria Assad non ha ancora vinto

Putin non vuole impantanarsi in Siria, ma non riesce a ottenere risultati nei negoziati perché l’Iran non vuole che Assad abbandoni il potere. Leggi

Cinque domande per il 2018

La principale vittima del 2017 è stato il multilateralismo, la visione del mondo fatta di cooperazione tra gli stati. Questa tendenza negativa continuerà? Leggi

Le nuove alleanze del Medio Oriente in due foto

La posta in gioco è l’equilibrio tra Riyadh e Teheran, i due poli del mondo musulmano: una griglia di lettura forse riduttiva ma inevitabile. Leggi

pubblicità
I bolscevichi al potere 

Una mostra a Milano presenta quasi sessanta immagini storiche in occasione del centenario della rivoluzione russa. Leggi

Il viaggio in Asia cade a proposito per Trump

La partenza del presidente coincide con l’allargamento dell’inchiesta sui rapporti con il Cremlino, e il bilancio di un anno al potere è poco lusinghiero. Leggi

1917

Questa settimana esce in edicola il primo di una serie di numeri speciali di Internazionale, che saranno tutti molto diversi tra loro. Abbiamo cominciato con la rivoluzione russa. Leggi

La visita del re saudita a Mosca dimostra la nascita di nuove alleanze

Riyadh e Mosca non fanno fronte comune nella regione, ma il referendum d’indipendenza dei curdi iracheni cambierà molte cose in Medio Oriente. Leggi

L’assemblea generale dell’Onu ha gli occhi puntati sull’Europa

Insieme alla preoccupazione alimentata da Vladimir Putin, l’imprevedibilità di Trump lascia spazio all’Unione europea per favorire la stabilità internazionale. Leggi

pubblicità
L’uomo che salvò il mondo

Il 26 settembre 1983 Stanislav Petrov aveva il destino del mondo nelle sue mani. Se avesse seguito il protocollo, sarebbe scoppiata una guerra atomica. Leggi

Manovre militari da guerra fredda in Europa

In Europa orientale si moltiplicano le manovre militari, russe e internazionali. Ma Mosca e l’Unione dovrebbero cercare la cooperazione, non il confronto. Leggi

La crisi coreana mette in gioco gli equilibri asiatici

Il regime di Pyongyang difende la sua sopravvivenza, dunque ci sarebbe lo spazio per negoziare. Ma Pechino esige precise garanzie militari e territoriali. Leggi

Nel film di Oliver Stone il vero Putin è assente

È necessario cercare un modus vivendi con il presidente russo, soprattutto ora che è ai ferri corti con Washington e non può reggere il ritmo della Cina. Leggi

Oliver Stone nella testa di Vladimir Putin

Il regista è forse troppo indulgente con il presidente russo. Ma la lunga intervista di quattro ore ha comunque molto da insegnare. Leggi

pubblicità
Russia e Stati Uniti si contendono il futuro della Siria

All’interno del conflitto che dura da sei anni in Siria se n’è sviluppato un altro per determinare chi assumerà il controllo dei territori del gruppo Stato islamico. Leggi

Amore e rivoluzione

Nel centenario della rivoluzione d’ottobre il museo Man di Nuoro organizza una mostra che propone un punto di vista insolito sulle avanguardie visive russe. Leggi

Due ragazzi contro la nuova schiavitù in Russia

Ogni anno in Russia migliaia di persone scompaiono e vengono costrette a lavorare nelle fabbriche di mattoni. Liberarle è molto difficile. Leggi

Dalla Siria all’Europa, un’intervista a Vladimir Putin

Il presidente russo ha ipotizzato un assetto federale per la Siria e una trattativa per un nuovo accordo sulla sicurezza e la cooperazione in Europa. Leggi

Macron apre un canale diplomatico con la Russia

Il primo incontro, il 29 maggio a Versailles, è stato dedicato allo studio reciproco, a sondare le possibilità di lavorare insieme in modo “pragmatico”. Leggi

pubblicità