Russia

Russia

Capitale
Mosca
Cambio
Ora locale
Borsa
Meteo
Pil pro capite
Temperatura
Popolazione
Moneta
Rublo russo
Superficie
Putin ha le spie che si merita

Quando si predilige la fedeltà alla competenza le conseguenze sono spiacevoli, anche per il capo del Cremlino. Leggi

Le dieci condizioni necessarie per ricostruire la Siria

Anche se la guerra in Siria non è ancora finita, si è già aperto il dibattito sulla ricostruzione di un paese devastato da più di sette anni di guerra. Leggi

pubblicità
Dal caso Skripal emerge l’incompetenza dei servizi segreti russi

Due turisti improbabili, spiegazioni che non reggono, informazioni sbagliate. L’intervista rilasciata a una tv russa dai presunti responsabili dell’attentato alla spia Sergej Skripal è stata un fiasco. Leggi

Russia e Ucraina si contendono anche i fedeli

L’Ucraina non può riprendersi il territorio annesso dalla Russia. Ma Kiev potrebbe sottrarre a Putin qualcosa di altrettanto prezioso: il potere sui cristiani ortodossi ucraini. Leggi

Si combatte per Idlib ma nessuno pensa ai siriani

Dicono che la guerra in Siria sia arrivata al capolinea, ma la realtà è che si tratta di un conflitto sempre più internazionalizzato. La lista dei paesi coinvolti è impressionante. E i cittadini siriani non vengono ascoltati. Leggi

pubblicità
Buone notizie per Vladimir Putin

Se fossi nel presidente russo non crederei alla mia fortuna, scrive l’opinionista francese Bernard Guetta. Che prova a mettersi nei suoi panni. Leggi

Le manovre militari di Russia e Cina sono un segnale preoccupante

Le più grandi esercitazioni congiunte tra Mosca e Pechino dalla fine della guerra fredda sono una reazione inquietante alle decisioni di Donald Trump. Leggi

Grazia

Ha compiuto quarantadue anni il 13 luglio, al sessantunesimo giorno di sciopero della fame. Oleg Sentsov è un regista ucraino nato in Crimea. Leggi

Le alleanze variabili tra Nato, Trump e Putin

Nonostante la consueta tempesta di affermazioni contraddittorie e improvvisate, la settimana di Donald Trump ha fatto emergere un paio di evidenti verità. Leggi

Benvenuti nel mondo dei nuovi rapporti di forza

L’Unione europea dovrebbe confermare i princìpi del multilateralismo per sopravvivere a Donald Trump e alle destre nazionaliste che hanno preso piede nel vecchio continente. Leggi

pubblicità
Alla scoperta di Masha Ivashintsova

Per quarant’anni ha scattato foto nell’ex Unione Sovietica, ma non le ha mai mostrate a nessuno. La figlia le ha trovate per caso e ha creato un sito per far conoscere la sua storia. Leggi

Cosa aspettarsi da Trump negli incontri con la Nato e Putin

A Bruxelles e a Mosca diventerà più chiaro se è possibile ostacolare il tentativo di Trump di smantellare le basi dell’attuale sistema di governo mondiale. Leggi

L’Europa deve collaborare con l’est e guardare oltre il Mediterraneo

I 27 devono trovare un’intesa con la Russia per mettere fine alla conflittualità e lanciare un partenariato con l’Africa. Leggi

La replica di Eleonora Forenza, Curzio Maltese e Barbara Spinelli

Gli europarlamentari spiegano la loro posizione sul caso di Oleg Sentsov. Leggi

Il pericolo per l’Europa non viene dal mare ma dall’estrema destra

Ciò che oggi potrebbe davvero spaccare l’Unione è la paura dell’immigrazione e la capacità di sfruttarla che hanno i partiti di estrema destra. Leggi

pubblicità
Il voto imbarazzante di 36 eurodeputati di sinistra 

Oleg Sentsov è un regista ucraino, nato a Sinferopoli, in Crimea. Dal 2015 sta scontando venti anni di carcere per terrorismo. Una risoluzione per la sua liberazione non è stata votata da un’inedita serie di eurodeputati. Leggi

I Mondiali li ha già vinti Putin

Forte dei successi in Siria e dell’ossigeno economico e diplomatico ottenuto dalla Cina, il presidente russo aprirà la Coppa del mondo presentandosi come esempio di stabilità. Leggi

La versione del Cremlino

Il conflitto in Ucraina, la guerra in Siria, i rapporti con l’Europa. Le posizioni dell’establishment di Mosca, e di milioni di russi, nell’intervista con il politologo Sergej Markov. Leggi

Cosa prevedono le sanzioni contro Mosca e perché sono state decise

Dopo l’inizio della guerra nel Donbass, in Ucraina, e l’annessione della Crimea da parte di Mosca, nel marzo del 2014, Unione europea e Stati Uniti hanno deciso delle misure di ritorsione. Leggi

I politici europei citano Dostoevskij, a volte a sproposito

Lo scrittore aveva una visione universalistica dell’Europa e dell‘“animo russo” che piace ai leader orientati a un riavvicinamento con Mosca. Leggi

pubblicità