Russia

Russia

Capitale
Mosca
Cambio
Ora locale
Borsa
Meteo
Pil pro capite
Temperatura
Popolazione
Moneta
Rublo russo
Superficie
Nel film di Oliver Stone il vero Putin è assente

È necessario cercare un modus vivendi con il presidente russo, soprattutto ora che è ai ferri corti con Washington e non può reggere il ritmo della Cina. Leggi

Oliver Stone nella testa di Vladimir Putin

Il regista è forse troppo indulgente con il presidente russo. Ma la lunga intervista di quattro ore ha comunque molto da insegnare. Leggi

pubblicità
Russia e Stati Uniti si contendono il futuro della Siria

All’interno del conflitto che dura da sei anni in Siria se n’è sviluppato un altro per determinare chi assumerà il controllo dei territori del gruppo Stato islamico. Leggi

Amore e rivoluzione

Nel centenario della rivoluzione d’ottobre il museo Man di Nuoro organizza una mostra che propone un punto di vista insolito sulle avanguardie visive russe. Leggi

Due ragazzi contro la nuova schiavitù in Russia

Ogni anno in Russia migliaia di persone scompaiono e vengono costrette a lavorare nelle fabbriche di mattoni. Liberarle è molto difficile. Leggi

pubblicità
Dalla Siria all’Europa, un’intervista a Vladimir Putin

Il presidente russo ha ipotizzato un assetto federale per la Siria e una trattativa per un nuovo accordo sulla sicurezza e la cooperazione in Europa. Leggi

Macron apre un canale diplomatico con la Russia

Il primo incontro, il 29 maggio a Versailles, è stato dedicato allo studio reciproco, a sondare le possibilità di lavorare insieme in modo “pragmatico”. Leggi

La diplomazia pragmatica di Macron con Putin

Entrambi i presidenti hanno tutto l’interesse a far funzionare la loro intesa. È per questo che hanno potuto parlare molto chiaramente. Leggi

Vladimir Putin va a Parigi per costruire nuove alleanze

Il presidente russo ha bisogno di voltare pagina e Macron regalerebbe prestigio a sé e alla Francia se riuscisse a ricucire i rapporti europei con Mosca. Leggi

Trump alimenta i sospetti sui legami con la Russia

Trump dice di aver licenziato il capo dell’Fbi per difendere Hillary Clinton. Il sospetto è che c’entrino i legami con Mosca. Leggi

pubblicità
Il mondo all’una

Disgelo tra Mosca e Washington, proteste in Repubblica Ceca e arresti in Russia. Le notizie dal mondo. Leggi

Una triennale su undici fusi orari

Era una vecchia tradizione sovietica: nessuna mostra d’arte a Mosca poteva dirsi completa se non c’era almeno un’opera da ogni regione. Leggi

L’esercito russo nega di aver schierato nuove forze al confine con la Corea del Nord.
L’esercito russo nega di aver schierato nuove forze al confine con la Corea del Nord. In un comunicato all’agenzia Interfax, il portavoce del distretto militare dell’estremo oriente Alexander Gordeyev ha negato lo schieramento di forze aggiuntive vicino al confine con la Corea del Nord. I movimenti di armamenti che la stampa ha riportato come nuovi schieramenti erano operazioni previste da tempo.
Il leader ceceno Ramzan Kadyrov nega le accuse di persecuzione degli omosessuali in Cecenia.
Il leader ceceno Ramzan Kadyrov nega le accuse di persecuzione degli omosessuali in Cecenia. Kadyrov ha approfittato di un incontro con il presidente russo Vladimir Putin per negare che nella repubblica meridionale da lui governata sia in corso una purga nei confronti di uomini gay. Il giornale Novaya Gazeta sostiene che più di cento uomini ceceni sospettati di essere omosessuali sono stati oggetto di rastrellamenti e violenze. Tre di loro sarebbero morti.
Acqua siberiana
pubblicità
L’uomo arrestato in Russia ha ammesso di aver pianificato l’attentato a San Pietroburgo.
L’uomo arrestato in Russia ha ammesso di aver pianificato l’attentato a San Pietroburgo. Abror Azimov era stato fermato il 17 aprile nella città di Odincovo, vicino a Mosca. Nato nel 1990, Azimov è originario dell’Asia centrale ed è accusato di aver istruito Akbarzhon Jalilov, l’uomo che ha compiuto l’attentato del 4 aprile nella metropolitana della città russa, che ha causato 14 morti e circa cinquanta feriti.
La polizia russa arresta un uomo sospettato di aver partecipato all’attentato di San Pietroburgo.
La polizia russa arresta un uomo sospettato di aver partecipato all’attentato di San Pietroburgo. Abror Azimov, sospettato di aver istruito Akbarzhon Jalilov che ha compiuto l’attentato nella metropolitana di San Pietroburgo, è stato arrestato nella provincia di Odintsovo, non lontano da Mosca. Azimov è la nona persona arrestata nell’inchiesta relativa all’attentato che il 4 aprile 2017 ha causato 14 morti e una cinquantina di feriti.
La corte europea dei diritti umani ha individuato gravi negligenze da parte delle autorità russe durante la strage di Beslan, nel 2004.
La corte europea dei diritti umani ha individuato gravi negligenze da parte delle autorità russe durante la strage di Beslan, nel 2004. La corte, inoltre, rimprovera a Mosca il modo in cui sono state condotte le indagini successive. Nell’assedio alla scuola di Beslan, i guerriglieri ceceni avevano preso più di mille ostaggi, per la maggior parte bambini. Nell’operazione militare che ha messo fine all’attacco morirono 330 persone. Nessun ufficiale è mai stato ritenuto responsabile, anche se molti sopravvissuti e familiari delle vittime accusano le istituzioni di aver gestito male la situazione e di non aver ascoltato le informazioni dei servizi di sicurezza che avevano messo in guardia sul possibile progetto di una presa di ostaggi. Molti di loro avevano fatto ricorso presso la corte europea.
La Russia non trasmetterà l’Eurovision.
La Russia non trasmetterà l’Eurovision. Il canale televisivo russo Channel One ha annunciato che non manderà in onda l’Eurovision Song Contest che si svolgerà a Kiev, in Ucraina, tra il 9 e il 13 maggio 2017. La decisione del canale tv arriva dopo che l’Ucraina ha comunicato che non avrebbe permesso a Julia Samoilova, cantante che rappresenta la Russia, di entrare nel paese per partecipare alla competizione perché nel 2014 l’artista si era esibita in Crimea. L’European broadcasting union, che organizza l’evento, ha comunicato che quindi la Russia non potrà partecipare all’Eurovision 2017.
Mentre il segretario di stato americano Rex Tillerson ha incontrato a Mosca il presidente Vladimir Putin, Donald Trump cambia idea sulla Nato.
Mentre il segretario di stato americano Rex Tillerson ha incontrato a Mosca il presidente Vladimir Putin, Donald Trump cambia idea sulla Nato. Secondo Tillerson il livello di fiducia tra Washington e Mosca è “al minimo”: entrambe hanno chiesto l’apertura di un’inchiesta delle Nazioni Unite sull’ultimo attacco chimico in Siria. Al termine dell’incontro con il segretario generale della Nato alla Casa Bianca, invece, Trump ha detto che l’Alleanza atlantica non è obsoleta anzi è indispensabile nella lotta al terrorismo.
pubblicità