Una marcia vicino al campus dell’università di Witwatersrand a Johannesburg, il 21 ottobre 2015. (Marco Longari, Afp)

Il Sudafrica vuole studiare

23 ottobre 2015 13:07

Gli studenti universitari sudafricani manifestano da dieci giorni contro l’aumento delle tasse annunciato dagli atenei. Le proteste, cominciate il 13 ottobre all’università del Witwatersrand, a Johannesburg, ora coinvolgono almeno 14 istituti universitari del paese, dove lezioni ed esami sono stati sospesi. Il 23 ottobre gli studenti hanno marciato fino agli uffici del presidente della repubblica a Pretoria. Qui Jacob Zuma e i professori dovrebbero incontrare gli studenti e discutere le loro richieste.

In particolare le organizzazioni studentesche protestano contro le spese universitarie, che possono arrivare a seimila rand all’anno (circa quattromila euro) per chi vuole studiare a medicina. In un paese in cui una famiglia bianca guadagna fino a sei volte una nera, il costo è ritenuto un ultimo residuo di apartheid.

Le foto sono state scattate dai fotografi dell’Afp Marco Longari e Gianluigi Guercia a Johannesburg, tra il 21 e il 22 ottobre 2015.

Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.
pubblicità
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.