Bagan, 2 luglio 2022 (Epa/Ansa)

La visita del ministro degli esteri cinese Wang Yi ( nella foto ) a Bagan, in Birmania, in occasione del vertice del gr uppo di cooperazione del Lakang-Mekong del 4 luglio, è stata la più importante fatta da Pechino nel paese dopo il colpo di stato del 1 febbraio 2021, scrive SupChina. Wang ha invitato la giunta militare a dialogare con l’opposizione “per ripristinare la stabilità politica e sociale”. La Cina, uno dei pochi alleati su cui la giunta birmana può contare, sta costruendo nel paese un tratto della Belt and road initiative, la nuova via della seta.

Questo articolo è uscito sul numero 1468 di Internazionale, a pagina 30. Compra questo numero | Abbonati