Christof Stache, Afp/Getty

Le ultime tre centrali nucleari tedesche resteranno in servizio fino al 15 aprile 2023 per scongiurare la possibilità che il calo delle importazioni di gas dalla Russia provochi una crisi energetica durante l’inverno. Dopo mesi di dibattito, scrive la Süddeutsche Zeitung, il cancelliere socialdemocratico Olaf Scholz ha infine deciso di ignorare l’opposizione dei Verdi, suoi alleati di governo, che avrebbero voluto mantenere in funzione solo due impianti. In base al piano per l’abbandono del nucleare approvato dopo l’incidente di Fukushima nel 2011, tutte le centrali tedesche avrebbero dovuto essere chiuse entro la fine del 2022.

Questo articolo è uscito sul numero 1483 di Internazionale, a pagina 27. Compra questo numero | Abbonati