22 febbraio 2016 17:34
Un poliziotto sorveglia la residenza del leader dell’opposizione ugandese Kizza Besigye nel quartiere di Kasangati, a Kampala. Dal 19 febbraio, il giorno dopo le elezioni presidenziali, Besigye è stato arrestato tre volte per avere denunciato dei brogli nei risultati che hanno riconfermato il presidente Yoweri Museveni. (Isaac Kasamani, Afp)