13 maggio 2016 12:00

I diplomatici occidentali abbandonano la cerimonia d’insediamento di Yoweri Museveni. I rappresentanti europei, statunitensi e canadesi hanno lasciato la cerimonia in segno di protesta dopo che il presidente ugandese, al potere dal 1986 e recentemente rieletto, ha criticato duramente la Corte penale internazionale (Cpi). I diplomatici obiettavano anche contro la presenza del presidente sudanese Omar al Bashir, contro cui la Cpi ha spiccato un mandato d’arresto.