L’Etiopia accusa i paesi stranieri per le proteste nel paese.

10 ottobre 2016 18:19

L’Etiopia accusa i paesi stranieri per le proteste nel paese. Il ministero dell’informazione ha dichiarato che l’Egitto e l’Eritrea hanno alimentato le proteste contro il governo, che hanno spinto l’esecutivo a dichiarare lo stato d’emergenza nel paese. Le violenze sono aumentate dall’inizio del mese, quando almeno 55 persone sono rimaste uccise nella calca durante un festival religioso. Da mesi i gruppi etnici oromo e amhara, che insieme costituiscono il 60 per cento della popolazione, protestano contro il governo, che è in mano alla minoranza tigrina.

Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.
pubblicità

Articolo successivo

Le notizie di scienza della settimana
Claudia Grisanti
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.