20 marzo 2020 18:36

Il 20 marzo, alle ore 18, il capo della protezione civile Angelo Borrelli ha fatto il punto sulla diffusione del nuovo coronavirus (Sars-CoV-2) in Italia.

  • Le persone che risultano attualmente positive sono 37.860, 4.670 in più rispetto al 19 marzo.
  • Le persone contagiate dall’inizio dell’epidemia sono 47.021, compresi i morti e i guariti.
  • Il 20 marzo i decessi sono stati 627, duecento in più rispetto al 19 marzo. In totale sono morte 4.032 persone.
  • Il numero dei guariti sale a 5.129 persone, 689 in più rispetto al 19 marzo.
  • A oggi 19.185 persone sono in isolamento domiciliare e 2.655 sono nei reparti di terapia intensiva, 157 in più di ieri.
  • La situazione peggiore resta in Lombardia, dove 1.050 persone si trovano ricoverate nei reparti di terapia intensiva della regione (44 più di ieri). I casi di contagio dall’inizio dell’epidemia sono 22.264.

A Roma saranno aumentati i controlli sulle strade e e sugli spostamenti a piedi. Inoltre sarà verificato il rispetto del divieto d’ingresso nei parchi.

Il presidente del Veneto Luca Zaia ha firmato un’ordinanza che prevede la chiusura dei parchi fino al 3 aprile e la chiusura domenicale di alimentari e supermercati.