03 aprile 2020 18:50

Il 3 aprile, alle ore 18, il capo della protezione civile Angelo Borrelli ha fatto il punto sulla diffusione del nuovo coronavirus (Sars-CoV-2) in Italia.

  • Il 3 aprile ci sono stati 4.585 nuovi contagi. Ieri erano stati 4.668. Le persone contagiate dall’inizio dell’epidemia sono 119.827, compresi i morti e i guariti.
  • Attualmente risultano positive 85.388 persone, 2.339 in più rispetto al 2 aprile.
  • Il 3 aprile ci sono stati 766 decessi, 6 in più rispetto a ieri. In totale sono morte 14.681 persone.
  • Il numero dei guariti sale a 19.758 persone, 1.480 in più rispetto al 2 aprile.
  • A oggi 52.572 persone sono in isolamento domiciliare e 4.068 sono ricoverate nei reparti di terapia intensiva, 15 in più di ieri.
  • La situazione peggiore resta in Lombardia, dove 1.381 persone sono in terapia intensiva (30 in più di ieri). I casi di contagio dall’inizio dell’epidemia sono 47.520.
  • Il Piemonte è la terza regione più colpita, con 10.896 contagi totali. I guariti sono 723, le vittime 1.043. Le persone ricoverate in terapia intensiva sono 452.
  • Nelle ultime ventiquattr’ore in Italia sono stati effettuati 38.617 tamponi. Dall’inizio dell’epidemia ne sono stati effettuati 619.849.

I dati diffusi dalla protezione civile, anche se utili, vanno letti con cautela. A volte mancano quelli di una o più regioni, e soprattutto non sono omogenei, cioè i criteri con cui sono raccolti non sono gli stessi in tutte le regioni.

La ministra del lavoro Nunzia Catalfo ha dichiarato che il governo potrebbe inserire nel prossimo decreto di aprile un reddito di emergenza per circa tre milioni di persone. La misura costerebbe tre miliardi di euro.

Il presidente dell’Istituto superiore di sanità (Iss) Silvio Brusaferro ha annunciato che cinquanta aziende sono state autorizzate a produrre mascherine chirurgiche ad alta capacità di filtraggio.

I medici morti dall’inizio dell’epidemia di Covid-19 sono 77, nove in più di ieri.

Il 2 aprile 7.659 persone sono state multate per aver violato le regole sugli spostamenti, 85 sono state denunciate per falsa dichiarazione e 24 sono state denunciate per violazione della quarantena.