14 gennaio 2022 10:42

Australia
Il 14 gennaio il ministro dell’immigrazione Alex Hawke ha nuovamente revocato il visto al tennista serbo Novak Djokovic, numero uno al mondo, “sulla base dell’interesse pubblico”, mettendo a rischio la sua partecipazione agli Open che cominceranno il 17 gennaio a Melbourne. Djokovic potrebbe presentare un nuovo ricorso. Il tennista, che non è vaccinato contro il covid-19, ha ammesso una falsa dichiarazione nei suoi documenti di viaggio, attribuita a un errore del suo agente.

Kazakistan
Il 13 gennaio il contingente militare composto da soldati russi e di paesi alleati di Mosca ha cominciato a lasciare il paese, dove la situazione è ormai stabile. La settimana scorsa decine di persone erano morte negli scontri con le forze di sicurezza durante una serie di proteste contro l’aumento del prezzo del gas. Più di dodicimila persone sono state arrestate.

Germania-Siria
L’alta corte regionale di Coblenza ha condannato il 13 gennaio Anwar Raslan, un ex colonnello dei servizi segreti siriani, all’ergastolo per crimini contro l’umanità. Raslan, 58 anni, è stato riconosciuto colpevole della morte di ventisette prigionieri e delle torture subite da altri quattromila tra il 2011 e il 2012 nella prigione Al Khatib a Damasco.

Regno Unito
Il 13 gennaio il principe Andrew, figlio della regina Elisabetta II, è stato privato dei titoli reali e militari dopo il rinvio a giudizio negli Stati Uniti per “aggressione sessuale” nei confronti di Virginia Giuffre, che all’epoca dei fatti era minorenne. Inoltre, il principe dovrà difendersi come privato cittadino. Gli abusi sarebbero avvenuti con la complicità del miliardario accusato di pedofilia Jeffrey Epstein, morto suicida in prigione nel 2019, e della sua compagna Ghislaine Maxwell.

Stati Uniti
Il 13 gennaio la corte suprema ha bocciato un provvedimento del presidente Joe Biden che introduceva l’obbligo di vaccinazione contro il covid-19 nelle aziende con almeno cento dipendenti. Il provvedimento stabiliva che in alternativa i lavoratori potevano sottoporsi a tamponi settimanali a proprie spese. I giudici hanno ritenuto invece legittimo l’obbligo di vaccinazione per gli impiegati di strutture sanitarie che ricevono fondi pubblici.

Stati Uniti
Stewart Rhodes, fondatore e leader del gruppo di estrema destra Oath keepers, è stato arrestato il 13 gennaio con l’accusa di “sedizione” per il suo ruolo nell’assalto al congresso del 6 gennaio 2021. Rhodes, 56 anni, rischia una condanna a vent’anni di prigione.

Sudan
Il 13 gennaio un manifestante per la democrazia e un generale di polizia sono morti negli scontri scoppiati nel corso delle proteste a Khartoum contro il colpo di stato militare del 25 ottobre. Finora 64 manifestanti sono stati uccisi nella repressione. Il 10 gennaio le Nazioni Unite hanno avviato un dialogo indiretto per cercare di mettere fine alla crisi.

Repubblica Democratica del Congo
Il 13 gennaio fonti della sicurezza hanno affermato che due soldati e un poliziotto sono stati uccisi il 12 gennaio da miliziani mai-mai a Butembo, nella provincia orientale del Nord Kivu. Nei combattimenti sono rimasti uccisi anche quattro miliziani. Lo stesso giorno sette civili sono stati uccisi dai ribelli delle Forze democratiche alleate (Adf) nella zona dei monti Rwenzori, mentre un presidio sanitario è stato incendiato a Luonoli.