29 settembre 2022 16:42

• Nel chiostro di San Paolo si alterneranno alcune proiezioni fotografiche. Si comincia il 30 settembre con l’inchiesta del fotografo Paolo Woods, che va dal Niger agli Stati Uniti, sul nostro rapporto con le medicine e su come l’industria farmaceutica prometta una risposta semplice e veloce alla ricerca della felicità. Il 1 ottobre sarà la volta della photo editor indipendente e curatrice Arianna Rinaldo, che propone una proiezione divisa in tre parti: la prima, realizzata tra il 2020 e il 2021, racconta la pandemia di covid-19 a livello globale. La seconda – a cura di Kateryna Radchenko, direttrice del festival di Odessa – ripercorre i primi mesi della guerra in Ucraina, con le immagini dei fotografi locali. La terza parte mostra una selezione dei lavori esposti al festival di Monopoli, che ha come tema il futuro. Introduce i due incontri Elena Boille, vicedirettrice di Internazionale.

Lontani da casa è un’installazione di Medici senza frontiere (Msf): immagini, informazioni e testimonianze per conoscere meglio le storie di milioni di persone che hanno dovuto lasciare i loro luoghi di origine. Durante il festival si potrà visitare l’installazione in piazza Trento e Trieste con la guida di operatori di Msf.