26 gennaio 2012 00:00

L’attività fisica può ridurre l’emicrania?

I fattori scatenanti di un’emicrania variano molto da persona a persona. In alcuni l’attività fisica può accelerare i mal di testa. Ma nel complesso l’esercizio non danneggia e può anche giovare. In uno degli studi più accurati, pubblicato sulla rivista Cephalalgia, alcuni ricercatori svedesi hanno suddiviso in tre gruppi 91 soggetti affetti da emicrania.

Un gruppo faceva ginnastica tre volte alla settimana per 40 minuti, un altro assumeva topiramato, un farmaco che aiuta a prevenire l’emicrania, e il terzo faceva esercizi di rilassamento. Si è scoperto che il tasso di emicrania era diminuito in tutti e tre i gruppi e che ogni intervento era stato efficace. Per chi vuole ridurre le emicranie senza gli effetti collaterali dei farmaci l’esercizio fisico potrebbe quindi essere una buona alternativa. In uno studio meno ampio gli stessi ricercatori hanno osservato 26 persone affette da emicrania prima, durante e dopo l’esercizio sulla cyclette, tre giorni alla settimana per tre mesi.

Al termine dello studio i pazienti hanno constatato un miglioramento del tono cardiovascolare e una riduzione della violenza e del numero delle emicranie.

Conclusioni In alcune persone l’esercizio fisico può contribuire a prevenire l’emicrania.