Sommario

28 novembre/4 dicembre 2014 • Numero 1079

Gli affari dello Stato islamico 

Il gruppo jihadista guadagna milioni di dollari al giorno. Grazie al contrabbando di petrolio e di reperti archeologici, ai rapimenti e alle donazioni private

28 novembre/4 dicembre 2014 • Numero 1079

Collegamenti

Le previsioni azzeccate sono spesso impressionanti, come questa di Nikola Tesla, ingegnere elettrico, inventore e fisico serbo naturalizzato statunitense, nato nel 1856 e morto nel 1943. Leggi

In copertina

Gli affari dello Stato islamico

Ogni giorno il gruppo jihadista attivo in Iraq e in Siria guadagna milioni di dollari. Grazie al contrabbando di petrolio e di reperti archeologici, ai rapimenti e alle donazioni private. Un’inchiesta di Newsweek sulle finanze dell’organizzazione

pubblicità

Attualità

Nelle strade di Hong Kong

Vedere di persona cosa succede nella città occupata è molto diverso che seguire gli eventi da lontano, scrive lo storico Jeffrey Wasserstrom

Visti dagli altri

Gli adolescenti alla guida dei barconi

I ragazzi che trasportano i migranti in Europa spesso sono minorenni, costretti con la forza o il ricatto dai trafficanti di esseri umani. E non sempre sanno di rischiare il carcere

Repubblica di Nauru

La barriera australiana

Sull’isola di Nauru, nel Pacifico, l’Australia dirotta i richiedenti asilo che arrivano dal mare. I giornalisti non sono ammessi, ma un fotografo è riuscito a visitarla

pubblicità

Montenegro

Nel paradiso dei russi

Investimenti, turisti, rapporti politici molto stretti e poco trasparenti. Mosca e Podgorica sono legate da un’amicizia secolare. Ma il Montenegro oggi vuole avvicinarsi all’Europa e liberarsi dall’influenza del Cremlino

Scienza

Ti aiuto a morire

Un inglese che da anni soffre di una grave malattia degenerativa chiede alla figlia di portarlo in Svizzera per sottoporsi al suicidio assistito. Scontrandosi con l’ipocrisia delle istituzioni

Portfolio

Un futuro sott’acqua

Dalla Groenlandia alle Fiji il fotografo olandese Kadir van Lohuizen ha documentato l’innalzamento del livello del mare in otto regioni del pianeta, soffermandosi sulle conseguenze ambientali e sociali del fenomeno

Ritratti

Jubril Tinubu. Oro nero

Ha cominciato vendendo auto e trasportando gasolio per i pescherecci nigeriani. Oggi possiede l’azienda petrolifera più grande d’Africa e vuole cambiare la cultura imprenditoriale del continente

Viaggi

A due passi dal cratere

In gita sul versante argentino del vulcano Copahue: durante l’inverno si può sciare, mentre in estate è bello passeggiare sulle rive del lago

pubblicità

Graphic journalism

Cartoline dagli Stati Uniti

Di Kevin Huizenga

Pop

Femminismo necessario

Di Chimamanda Ngozi Adichie

Americhe

La rabbia di Ferguson dopo la sentenza

La decisione di non incriminare l’agente che ha ucciso Michael Brown ha scatenato le proteste della comunità nera e ha spaccato St. Louis. Ma non ha sorpreso nessuno

Europa

L’ombra del Cremlino sui paesi baltici

Anche se un’invasione militare è da escludere, dopo la crisi ucraina gli stati che affacciano sul mar Baltico hanno paura della Russia. E per difendersi chiedono aiuto alla Nato

Africa e Medio Oriente

La rappresaglia keniana di Al Shabaab

I ribelli somali sono rimasti nascosti per mesi. Poi, il 22 novembre, sono tornati a colpire la popolazione civile in Kenya per vendicarsi degli arresti nelle moschee di Mombasa

pubblicità

Cultura

Il rasoio e il gatto

Due film presentati al festival del Cairo raccontano come si vive per le strade delle capitali della primavera araba

Scienza e tecnologia

Mezzo mondo senza dati

Avere una mappa dettagliata di un posto e sapere quante persone ci vivono è essenziale per organizzare aiuti o progetti di sviluppo. Ma in molti paesi questi dati non sono disponibili

Economia e lavoro

La sinistra radicale ha ragione sulla crisi

Oggi in Europa solo partiti come lo spagnolo Podemos e il greco Syriza hanno un programma convincente per l’economia: investimenti pubblici e ristrutturazione del debito

Editoriali

Perché Ferguson brucia

The Nation

Editoriali

Per l’Iran il tempo stringe

Le Monde

pubblicità

Opinioni

Ruspe e diademi

Perché nostro figlio di due anni e mezzo, a cui proponiamo giochi senza distinzione di genere, s’interessa solo alle ruspe?

Opinioni

A ritmo  di reggae

Nel numero 1077, nell’articolo che racconta il viaggio in Giamaica, sotto la fotografia si legge: “Rafting sul fiume Martha Brae”. Peccato, però, che nella foto ci siano due turisti comodamente seduti su una zattera di tronchi di bambù guidata placidamente dal proprietario

Opinioni

La lezione del negoziato  sul nucleare iraniano

Il prolungamento dei negoziati tra Iran e il gruppo 5+1 (composto dai membri permanenti del Consiglio di sicurezza dell’Onu più la Germania) è una benefica iniezione di compostezza e realismo in un processo che per anni è stato caratterizzato da accuse folli, reazioni emotive e azioni avventate.

Opinioni

La Russia congelata nel conflitto in Ucraina

Le temperature globali sono in aumento, ma le tensioni nell’ex Unione Sovietica non mostrano alcun segno di disgelo, anzi. Il sostegno della Russia alle elezioni organizzate dai separatisti a Donetsk e Luhansk, le due città più importanti della regione del Donbass, è la prova che il Cremlino ha deciso di creare un’altra piccola guerra fredda semipermanente

Opinioni

Chaplin e la sua arte

Una bellissima strenna: in grande formato e accompagnato da molte foto e illustrazioni in bianco e nero e a colori, Footlight è il romanzo che Chaplin scrisse come preparazione alla sceneggiatura di Luci della ribalta

Opinioni

I conti in rosso

Una delle cose che rendono il tempo simile al denaro è che di entrambi sentiamo di non averne mai abbastanza. Una volta provata, questa sensazione tende a crescere gettandoci in una spirale apparentemente irreversibile.

Opinioni

Afroavventure

Luca Sapio, Classica Orchestra Afrobeat, Malombo Jazz Makers

Opinioni

Disuguaglianze persistenti

Il rapporto 2014 della Commissione europea su educazione e formazione richiama dati e analisi dell’Ocse per affermare che, come nel complesso del mondo industrializzato, anche nell’Europa a 28 la mobilità sociale intergenerazionale garantita dall’istruzione è entrata in una fase di rallentamento

Opinioni

4

Negli ultimi due anni i pedaggi autostradali sono cresciuti in media del 4 per cento all’anno nonostante un’inflazione prossima allo zero e un traffico in forte calo.

Calma apparente

Il 25 novembre si stava quasi comodi nella grande tenda allestita per il lutto nel quartiere Jabal al Mukabber, a Gerusalemme Est. I partecipanti, seduti su delle sedie di plastica, scambiavano quattro chiacchiere con parenti e amici. Leggi

Ruspe e diademi

Perché nostro figlio di due anni e mezzo, a cui proponiamo giochi senza distinzione di genere, s’interessa solo alle ruspe? Leggi

Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.