Sommario

413 (23 novembre / 29 novembre 2001)

I fondi neri dei terroristi

Un’inchiesta di le Monde

413 (23 novembre / 29 novembre 2001)

Scienza e tecnologia

L’esperimento parte seconda

Terrorismo

La caccia ai fondi neri

Per prendere i colpevoli bisogna perquisire i paradisi fiscali.

pubblicità

Americhe

I nuovi senzatetto

Analisi

Equilibri difficili

Le analisi di Stratfor e Jane’s

Crudele.

Julio Fuentes era un giornalista. Aveva scritto un articolo per ricordare un altro giornalista, Miguel Gil, ucciso il 24 maggio 2000 in Sierra Leone. L’articolo è stato pubblicato nel libro Los ojos de la guerra. “Miguel e Kerem (un collega di Miguel, morto in Kosovo) sono stati uccisi mentre lavoravano in zone ad alto rischio senza la protezione dei giubbotti antiproiettile né di un veicolo blindato: un tragico errore che molti attribuiscono alla direzione della loro tv. (…) Non erano eroi, né soldati e neppure drogati. Per loro la fama era merda, e l’amicizia felicità. Giornalisti ‘d’élite’ mal pagati che hanno sacrificato involontariamente la loro vita per offrire alle tv del pianeta un pezzo di storia viva, crudele e spietata”. Julio Fuentes del Mundo, Maria Grazia Cutuli del Corriere della Sera, Harry Burton e Azizullah Haidari della Reuters sono stati uccisi il 19 novembre in Afghanistan. A loro rendiamo omaggio. Leggi

pubblicità

Editoriali

Uccidere i giornalisti; terrorismo e libertà; Kosovo democratico; libertà di barba

Afghanistan

Appunti di viaggio

Da Kabul a Jalalabad. Vent’anni fa.

Iran

I segreti di Qom

La prostituzione in un paese

Medio Oriente

Ignoranza suicida

Gli Stati Uniti devono rileggere la loro storia.

Opinioni

Il nuovo apartheid

pubblicità

Africa e Medio Oriente

Amira Hass, voce di confine

Europa

Perché l’Eta non si ferma

Asia e Pacifico

Perseguitate in Bangladesh

Opinioni

Il teatrino della sinistra

Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.