Sommario

414 (30 novembre/6 dicembre 2001)

Stati Uniti di polizia

Più poteri ai servizi segreti, tribunali speciali per gli stranieri, arresti di massa, intercettazioni delle conversazioni tra avvocati e clienti. Dove va l’America di Bush

414 (30 novembre/6 dicembre 2001)

Analisi

L’altra faccia della storia

L’11 settembre è stato una svolta per la scelta dell’obiettivo.

Asia e Pacifico

La capitale del domani

pubblicità

Afghanistan

Un paese da ricreare

Gli obiettivi della conferenza di Bonn: rischi e speranze.

Stati Uniti

Stati Uniti di polizia

Le leggi di Bush contro il terrorismo.

Europa

La sfida dell’euro

pubblicità

Americhe

Allarme rosso in Venezuela

Opinioni

Il nonno della sinistra

Guerra e diritto

Le armi della legge

Gli attentati hanno colto alla sprovvista la legislazione internazionale.

Il punto

L’ora dei marines

Le analisi di Stratfor e Jane’s

Opinioni

La forza delle giornaliste

pubblicità

Opinioni

Altri colonialismi

Scienza e tecnologia

Le cellule della discordia

Economia e lavoro

La scusa dell’11 settembre

Economia e lavoro

Il petrolio e la guerra di Putin

Stati Uniti

La tempesta perfetta

Gli Stati Uniti sono in crisi, ma non è quella del 1929.

pubblicità

Civiltà.

Per capirlo bisogna fare uno sforzo d’immaginazione. E pensare di essere un italiano emigrato in Francia o negli Stati Uniti. Di avere un lavoro regolare, una casa, una famiglia. E di vedere sui giornali e in tv gente che parla dell’emergenza degli italiani, degli italiani tutti criminali, di come rimandare a casa gli italiani. Più o meno così deve sentirsi un cittadino rumeno che ha deciso di venire a vivere in Italia: come un ospite indesiderato. I libri di storia ci insegnano che quando un gruppo di persone identificato in base alla religione, alla nazionalità o al colore della pelle diventa il bersaglio delle paure e delle tensioni della collettività, si annunciano tempi bui. Per questo il modo in cui un paese affronta l’immigrazione e in generale il rapporto con le minoranze di tutti i tipi è uno degli indici più chiari del grado di civiltà e di sviluppo della democrazia. Leggi

Africa e Medio Oriente

Il presidente fantasma

Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.