Sommario

697 (15/21 giugno 2007)

Il pianeta delle armi

Pistole e fucili sono le armi di distruzione di massa del nostro tempo. Economiche, facili da usare, disponibili in grandi quantità. Inchiesta su un mercato fiorente e fuori controllo

697 (15/21 giugno 2007)

Confronti

Mezzo secolo in Africa

Opinioni

La scelta di Sahar

pubblicità

Opinioni

Bush bit

Ritratti

Carine Russo. L’altra metà della vita

Nel 1995 sua figlia è stata uccisa da Marc Dutroux. Dopo la lunga lotta per ottenere giustizia, oggi è candidata con i verdi al senato di Bruxelles

Scienza e tecnologia

Il disturbo misterioso dei bambini

pubblicità

Opinioni

Maledetta automobile

Graphic journalism

Cartoline da Bad Nauheim

Il fumetto di Arne Bellstorf.

Opinioni

Ristoranti

Scienza

Cavie indiane

Molte società farmaceutiche scelgono di sperimentare nuove medicine in India. Dove i pazienti sono poveri, analfabeti e si sottopongono a qualsiasi tipo di test

Città

Los Angeles. L’angelo ladro

Stelle del cinema, palme, sogni, acqua. La città californiana prende ogni cosa da altri posti e poi la fa sua

pubblicità

Bermuda

Come spiega bene George Monbiot, i leader dei paesi del G8 dicono di essere i benefattori dell’umanità, ma in realtà difendono soprattutto gli interessi economici delle loro grandi aziende. Il G8 è un gruppo informale e, proprio per questo, può permettersi di riunire con criteri del tutto arbitrari e capricciosi otto paesi che si autoproclamano i più importanti del pianeta. O meglio, i più “industrializzati”. Sostengono di essere quelli con il maggior prodotto interno lordo. Ma, come nota il giornalista finlandese Björn Månsson commentando l’ultima classifica del Fondo monetario internazionale, tra gli otto paesi più ricchi del mondo ci sono India e Cina, non Russia e Canada. E se invece del pil totale prendessimo il pil pro capite, il G8 sarebbe davvero sorprendente: Lussemburgo, Norvegia, Svizzera, Danimarca, Islanda, Stati Uniti, Bermuda, Svezia. Diciamo la verità, un G8 più interessante. Leggi

Attualità

L’orgoglio negato dei gay

Nell’Europa dell’est gli omosessuali chiedono più diritti. Ma in Russia, Polonia e Lettonia devono scontrarsi con i gruppi nazionalisti e religiosi

Iran

Il futuro di Teheran

Trasformare l’Iran in una democrazia è possibile: servono l’impegno degli iraniani e il sostegno della comunità internazionale. L’analisi del dissidente Akbar Ganji

Europa

La vita difficile della Bosnia delusa

Viaggi

Cullati dalle piroghe

A Togoville la religione cristiana si mescola con le tradizioni vudù. La tranquilla cittadina sulle rive del lago Togo è il posto ideale per riposarsi, scrivere e meditare

pubblicità

Blog

Difendere la propria reputazione online

Quando cerchiamo informazioni su qualcuno, in genere ci affidiamo ai primi dieci risultati di Google. Ma a volte contengono delle notizie scomode

Opinioni

La parola: extimità

Opinioni

La gaffe di Sarkozy al G8

Asia e Pacifico

Le donne giapponesi innamorate dei treni

Opinioni

La veglia vietata

pubblicità

Opinioni

Un clima apocalittico

Opinioni

Il numero: 33

In copertina

Il pianeta delle armi

Pistole e fucili sono le armi di distruzione di massa del nostro tempo: economiche, facili da usare e disponibili in grandi quantità. L’inchiesta della Zeit su un mercato fiorente e difficile da controllare

Economia e lavoro

Il dilemma degli investitori in Sudan

La città pulita

Perché il giurì interviene solo sulla qualità e non sulla quantità della propaganda commerciale? Leggi

Africa e Medio Oriente

Se il cioccolato arma i conflitti

Americhe

Violenza infinita nelle favelas

Portfolio

Il veleno nero della Cina

Le foto di Bertrand Meunier

Cultura

Cinema, libri, musica, tv

Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.