Sommario

729 (1/7 febbraio 2008)

Marcos. Il guerrigliero dimenticato

Traditi dalla sinistra, criticati dagli intellettuali, abbandonati dall’Europa. Gli zapatisti non vanno più di moda, dice il loro leader. Reportage di John Berger

729 (1/7 febbraio 2008)

Graphic journalism

Cartoline da Beirut

Un fumetto di Mazen Kerbaj

Bangladesh

Prostitute a vita

In Bangladesh alcuni bordelli sono dei villaggi dove vivono migliaia di donne, spesso con i figli. Daulatdia è il più grande. E per le prostitute c’è anche il cimitero

pubblicità

Europa

Trecento proposte per una Francia nuova

Irlanda

Miliardari d’Irlanda

Negli ultimi vent’anni molti irlandesi sono diventati ricchi grazie a una crescita economica rapidissima. Chi sono, che fanno e come stanno cambiando il paese. L’inchiesta di Prospect

Opinioni

Bambini a noleggio

pubblicità

Marmotta

Sabato prossimo è il giorno della marmotta. In quello che molti considerano giustamente un capolavoro assoluto della cinematografia contemporanea, Ricomincio da capo, Bill Murray è un giornalista televisivo che viene spedito a Punxsutawney, in Pennsylvania, per un reportage. Il 2 febbraio la marmotta Phil si sveglia dal letargo ed esce dalla tana. A seconda del suo comportamento, si capisce se l’inverno durerà altre sei settimane oppure no. Ma arrivato a Punxsutawney, Bill Murray si ritrova intrappolato in un loop temporale, un incubo senza fine. Il tempo si è bloccato: ogni giorno è il 2 febbraio, la sveglia suona alle sei in punto e dalla radio esce I got you babe. Ogni giorno succedono esattamente le stesse cose, ogni giorno si ripete uguale a quello precedente, senza che Bill Murray riesca a impedirlo. Prodi-Berlusconi-Prodi-Berlusconi: da quindici anni, in Italia, è il giorno della marmotta. Leggi

Attualità

Gli italiani stanchi scrutano nel buio

In Italia nessuno è disposto a sacrificare i suoi interessi per il bene comune, scrive Tim Parks. La caduta di Romano Prodi ha aumentato la sfiducia dei cittadini. La crisi italiana commentata dai giornali stranieri

Asia e Pacifico

Suharto, un assassino con molti amici

Opinioni

La fuga in Egitto

Opinioni

Multiculti beats

pubblicità

Confronti

La violenza tedesca

In Germania scambio di accuse tra giornali dopo due aggressioni compiute da giovani di origine straniera contro un anziano e un autista d’autobus

Opinioni

Zone di incertezza

Opinioni

La legge dello sciopero

Opinioni

0,75 %

Scienza e tecnologia

I voli accademici rovinano l’ambiente

pubblicità

Americhe

John McCain divide i repubblicani

Ritratti

Gerhard Thoma. Maestro del silenzio

Applica le leggi della fisica per ridurre i rumori sgradevoli e amplificare le sensazioni piacevoli nelle auto. Il suo obiettivo? Riprodurre il suono del lusso

Africa e Medio Oriente

Kenya, la vera causa delle violenze

Società

La stanza dei fornelli

Un tempo era un luogo fumoso riservato alla servitù, oggi è una vetrina del design al centro della casa. La cucina è cambiata. E dentro sono rimaste le donne

Cultura

Cinema, libri, musica, tv

pubblicità

Opinioni

Fuckare

Opinioni

Fuoco purificatore

Cultura

Teheran underground

In Iran la musica rock, considerata fuorilegge, è sempre più diffusa, soprattutto perché i musicisti hanno trovato un nuovo spazio dove esibirsi: internet

Portfolio

Sonni d’oro

Le foto di Thierry Bouet

Economia e lavoro

L’irresponsabilità dei mercati finanziari

Opinioni

I treni della Shoah dalle stazioni italiane

In copertina

Il tramonto di Marcos

Nel 1994 gli zapatisti erano sulla cresta dell’onda. Oggi sono passati di moda. Ma non vogliono ancora uscire di scena. Il subcomandante si confessa a Gatopardo

Irlanda

Due mondi vicini

La tradizione giordana e la modernità israeliana si sfiorano sul mar Rosso. Una vacanza a Aqaba e ad Eilat, distanti appena tre chilometri l’una dall’altra

Idee

Aiutare l’Africa?

L’Africa dei poveri e quella dei corrotti sono immagini estreme che cercano di spiegare in modo superficiale una realtà molto complessa

Opinioni

Il potere al popolo

Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.