Alla Berlinale Orso d’oro per il miglior film al regista iraniano Jafar Panahi 

Il 65° festival del cinema di Berlino si è svolto dal 5 al 15 febbraio. Premiati come migliori attori Charlotte Rampling e Tom Courtenay. Orso d’oro alla carriera a Wim Wenders

Una buona annata a Berlino

A volte le giurie fanno la cosa giusta. Certo, quella della Berlinale di quest’anno, presieduta da Darren Aronofsky, forse avrebbe potuto mescolare diversamente i premi assegnati. Personalmente avrei invertito il premio per Taxi di Jafar Panahi, che ha vinto l’Orso d’oro per il migliore film, con quello di El club di Pablo Larraín, che si è aggiudicato invece il Gran premio della giuria. Leggi

Tutti i vincitori del festival del cinema di Berlino

Orso d’oro per il miglior film: Taxi di Jafar Panahi
Orso d’argento Gran premio della giuria: El Club di Pablo Larraín
Premio Alfred Bauer per l’innovazione: Ixcanul di Jayro Bustamante
Miglior regia: Radu Jude per Aferim! ex aequo con Małgorzata Szumowska per Body
Miglior attrice: Charlotte Rampling per 45 Years
Miglior attore: Tom Courtenay per 45 Years
Miglior sceneggiatura: Patricio Guzmán per El botón de nácar
Premio per la miglior opera prima: 600 Millas di Gabriel Ripstein

Contributo artistico: Sturla Brandth Grøvlen per la fotografia di Victoria ex aequo con Evgeniy Privin e Sergey Mikhalchuk per la fotografia di Pod elektricheskimi oblakami

Per la lista completa vedere qui.

pubblicità
Al festival internazionale del cinema di Berlino è stato assegnato l’Orso d’oro come miglior film a Taxi del regista iraniano Jafar Panahi. Afp

Al festival internazionale del cinema di Berlino è stato assegnato l’Orso d’oro come miglior film a Taxi del regista iraniano Jafar Panahi. Afp

Una carriera d’oro
Cinquanta sfumature di abusi

Dal punto di vista di un prodotto d’intrattenimento, Cinquanta sfumature di grigio non è fatto male. È trasgressivo al punto giusto, sexy al punto giusto, drammatico al punto giusto. Ma le sue qualità artistiche non fanno altro che peggiorare le cose. Leggi

pubblicità
Il Malick taroccato

A poco più di metà del guado, il 65° Festival internazionale del cinema di Berlino si sta rivelando inaspettatamente ricco di scoperte. Tra domenica sera e martedì mattina sono passati tre dei quattro film più belli in concorso finora. Leggi

Io sono Michael
Perché avete fatto questo film?

Queen of the desert di Werner Herzog, 45 years di Andrew Leigh, con Charlotte Rampling, e un grande film: Taxi del regista iraniano Jafar Panahi. Il diario dalla Berlinale. Leggi

La lista dei film presentati alla Berlinale

È cominciata la Berlinale, il 65° festival del cinema di Berlino che si terrà dal 5 al 13 febbraio. Il presidente della giuria quest’anno è il regista e produttore Darren Aronofsky. Nella selezione ufficiale concorrono 23 film, 19 dei quali in corsa per l’Orso d’oro, 21 in anteprima. Leggi

pubblicità
Le cinquanta sfumature della Berlinale

A differenza di Cannes o Venezia, il Festival internazionale del cinema di Berlino (dal 5 al 15 febbraio) annuncia i suoi film un po’ alla volta nei due mesi precedenti, sezione per sezione, evitando l’euforia ma anche (tante volte) la delusione della conferenza stampa in cui tutto il programma viene svelato in un colpo solo. Adesso che manca un giorno alla partenza possiamo azzardare un profilo dell’annata. Leggi

Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.