Shinzō Abe

L’uccisione di Shinzō Abe lascia il Giappone sotto shock

Era ancora il politico più influente del paese, un personaggio divisivo che aveva attuato alcune riforme e avviato delle altre. La cronaca, i commenti della stampa giapponese e la storia di alcuni precedenti. Leggi

In Giappone il governo rafforza la sua maggioranza in parlamento.
In Giappone il governo rafforza la sua maggioranza in parlamento. Il 10 luglio i giapponesi hanno votato per rinnovare la metà della camera alta. Gli exit poll assegnano un’ampia vittoria al primo ministro Shinzō Abe e ai suoi alleati, che sarebbero vicini ai due terzi dei seggi: un sostegno che già detengono alla camera bassa e che è necessario per modificare la costituzione pacifista del paese.
pubblicità
Il Giappone al voto per rinnovare la camera alta

In Giappone si svolgono oggi le elezioni per rinnovare metà della camera alta (121 seggi). Si tratta del ramo del parlamento con meno poteri, ma il voto potrebbe comunque avere importanti conseguenze sul governo di Shinzō Abe. Leggi

Rimpasto di governo in Giappone
Rimpasto di governo in Giappone. Il premier Shinzō Abe non ha sostituito i ministri di finanze, economia ed esteri. Ha creato un dicastero per allargare la popolazione in età da lavoro, in un paese sempre più vecchio. Il 19 settembre, il governo è riuscito a fare approvare un’impopolare riforma militare che permetterà ai soldati giapponesi di partecipare a missioni all’estero.
In Giappone Shinzō Abe è stato rieletto alla guida del Partito liberaldemocratico.
In Giappone Shinzō Abe è stato rieletto alla guida del Partito liberaldemocratico. La conferma del primo ministro sessantenne alla leadership dell’Ldp è avvenuta nonostante la sua popolarità sia in calo, anche per i piani di estendere la possibilità di intervento delle forze di difesa giapponesi. Abe è capo del governo dalla fine del 2012.
pubblicità
In Giappone protesta di massa contro le nuove leggi sulla difesa
In Giappone protesta di massa contro le nuove leggi sulla difesa. Oltre centomila persone hanno manifestato a Tokyo contro la riforma voluta dal premier Shinzō Abe, che permetterà all’esercito di entrare in guerra all’estero per proteggere gli alleati anche in mancanza di una minaccia diretta per il Giappone.
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.