Washington Post

Il sito del Washington Post sorpassa quello del New York Times
Il sito del Washington Post sorpassa quello del New York Times. A ottobre per la prima volta il quotidiano diretto da Martin Baron ha avuto più visitatori unici del quotidiano di New York raggiungendo 66,9 milioni di visitatori unici. Il New York Times ne ha avuti 65,8.
Un giornalista del Washington Post condannato in Iran
Un giornalista del Washington Post condannato in Iran. L’ha annunciato la tv di stato iraniana, senza dare i dettagli della sentenza. Jason Rezaian, corrispondente da Teheran per il quotidiano statunitense, è in carcere dal luglio 2014 con l’accusa di spionaggio. Rischia fino a vent’anni di carcere.
pubblicità
Il corrispondente del Washington Post a Teheran sarà processato per spionaggio

Jason Rezaian, il giornalista del Washington Post in carcere in Iran dal luglio 2014 sarà processato per spionaggio e altri tre reati affini, tra cui la “collaborazione con governi ostili”. Lo ha confermato il suo legale, Leyla Ahsan, in un’intervista telefonica all’agenzia France Presse.

Rezaian, che è il corrispondente a Teheran del quotidiano, è detenuto da nove mesi ma non è ancora stata fissata alcuna data per la prima udienza in tribunale. Insieme al giornalista, che ha la doppia cittadinanza iraniana e americana, era stata arrestata anche la moglie Yeganeh Salehi, anche lei giornalista poi liberata su cauzione.

Come cambiano i giornali

Martin Baron è il direttore del Washington Post. Al festival di Internazionale a Ferrara gli abbiamo chiesto qual è la sua strategia per conquistare nuovi lettori sulla carta e sul digitale. Leggi

È morto Ben Bradlee

È stato il direttore del Washington Post ai tempi dell’inchiesta Watergate che ha portato alle dimissioni del presidente degli Stati Uniti Richard Nixon.

Il Washington Post ha dichiarato che Bradlee è morto per cause naturali nella sua casa. Aveva 93 anni. Bradlee ha diretto il giornale per 26 anni.

Il presidente degli Stati Uniti Barack Obama ha commentato la morte del giornalista:

pubblicità
Jeff Bezos può salvare il Washington Post

Se c’è qualcuno che può rimettere in sesto il quotidiano statunitense, quello è Jeff Bezos. Leggi

Il social media editor è morto?

Secondo alcuni il ruolo del social media editor è già tramontato, ma in realtà si tratta solo di una trasformazione. Leggi

Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.