NUOVE NOTIZIE

AUTORI
NUOVE NOTIZIE

George Monbiot

È un giornalista del Guardian esperto di questioni ambientali.


  • 08 Gen 2016 16.25

Il libro che mi ha spinto a lottare per un mondo più giusto

Centinaia di eventi hanno contribuito a influenzarmi, e continuano a farlo. Spero che questo processo non si fermi mai. Per me, vivere una vita piena significa essere aperto all’esperienza e alla persuasione, sperimentare sempre nuove idee e conoscenze, rischiare il ridicolo verificando nuove teorie. Il pensiero di cadere in una statica rispettabilità mi atterrisce. Leggi

  • 23 Dic 2015 17.46

Il vostro pranzo di Natale potrebbe inquinare come un volo per New York

Quando scegliamo il nostro pranzo di Natale, siamo convinti di prendere decisioni razionali e avvedute. Ma quel che sembra giusto talvolta non lo è affatto. Alcuni elementi che crediamo positivi – gli animali che vagano liberi nelle montagne, curati da pastori dalle mani sapienti, senza mostruosità di cemento o acciaio o nessuna delle altre brutture degli allevamenti intensivi moderni – hanno un impatto ambientale incredibile. Leggi

pubblicità
  • 13 Dic 2015 15.58

conferenza sul clima

L’accordo sul clima è pieno di promesse che si possono rimandare

Rispetto a quello che avrebbe potuto essere, è un miracolo. Rispetto a quello che avrebbe dovuto essere, è un disastro. È ragionevolmente prevedibile che l’accordo raggiunto alla conferenza Onu di Parigi, nei fatti, si dimostri un fallimento. Leggi

  • 02 Dic 2015 17.39

conferenza sul clima

La vera guerra da combattere è quella contro il cambiamento climatico

Quando sarebbe il caso di procedere con prudenza ci si precipita ad agire, e quando invece è il momento della determinazione si tentenna e si rimanda.
Il contrasto tra la reazione del governo britannico alla crisi siriana e a quella climatica non potrebbe essere più palese. Londra ha risposto a questi problemi in modo diametralmente opposto ma con la stessa sconsideratezza. Leggi

  • 26 Nov 2015 14.24

conferenza sul clima

Se vi dicono che si può consumare di più e salvare l’ambiente, non credeteci

Possiamo avere tutto: ce lo promette la nostra epoca. Possiamo avere qualsiasi gingillo che riusciamo immaginare – e pure alcuni inimmaginabili. Possiamo vivere come re senza mettere in pericolo la Terra. Tutto questo è possibile, dicono, perché man mano che le economie si sviluppano, diventa più efficiente anche il loro modo di gestire le risorse. In poche parole, ci dicono, si sono sganciati il tasso di crescita economica e il tasso dell’uso delle risorse. Leggi

pubblicità
  • 25 Mar 2015 15.26

I lupi nel parco di Yellowstone

Nel 1995 i lupi sono stati reintrodotti nel parco nazionale di Yellowstone, negli Stati Uniti, dopo settant’anni di assenza. Il ritorno dei lupi ha aiutato a riequilibrare il rapporto tra gli animali, a rigenerare la vegetazione e a stabilizzare il corso dei fiumi. Leggi

  • 07 Feb 2015 16.50

Ribelliamoci a chi dice che la società non esiste

Una donna entra in un centro commerciale. Contempla gli scaffali e le cataste di roba, la musica melliflua, i cartelli dei prezzi, i clienti che si aggirano svogliati tra gli scaffali ed è spinta a gridare: “Ma è proprio tutto qui?”. Un commesso le si fa incontro da dietro la sua cassa: “No signora, può trovare di più nel nostro catalogo”. Leggi

  • 22 Gen 2015 14.57

I messaggeri degli dèi

Quando qualcuno dice di non essere interessato alla politica significa che le sue opinioni sono allineate con quelle dominanti. Nessuno di noi è imparziale o indifferente alle questioni del potere. Siamo creature sociali che assorbono le opinioni di chi ci circonda e le diffondono senza rendersene conto. L’obiettività è impossibile. Leggi

  • 13 Nov 2014 10.24

I negoziati sull’accordo commerciale tra stati uniti e unione europea

Il trattato che minaccia la democrazia

Il Trattato transatlantico sul commercio e gli investimenti tra l’Unione europea e gli Stati Uniti è pericoloso. Perché permetterebbe alle grandi aziende di citare i governi in tribunale. Al punto che perfino l’Economist lo ha definito “un modo per consentire alle multinazionali di arricchirsi a spese della gente”. Ma la mobilitazione popolare potrebbe riuscire a fermarlo. Leggi