NUOVE NOTIZIE

AUTORI
NUOVE NOTIZIE

Oliver Burkeman

Oliver Burkeman è un giornalista del Guardian. Scrive la rubrica settimanale “This column will change your life”. In Italia ha pubblicato La legge del contrario: stare bene con se stessi senza preoccuparsi della felicità.

Oliver Burkeman

  • 24 Mag 2016 13.25

Se siete esausti è il momento di concentrarvi

Da un po’ di tempo sappiamo che la gente condivide (parecchie) cose sui social network senza prima averle lette. Lo scrittore Alex Balk ha paragonato Facebook ai “tavolini del bar su cui le persone appoggiano le loro copie intonse del Capitale di Thomas Piketty”: quando condividiamo qualcosa, spesso la cosa che davvero c’interessa è promuovere una certa immagine di noi stessi. Leggi

  • 17 Mag 2016 12.20

Più crediamo di essere stressati più lo siamo veramente

Nell’autunno del 1967, centinaia di uomini di tutte le età si precipitarono nei pronto soccorso degli ospedali di Singapore con il pene in mano, convinti che si stesse rapidamente ritraendo nel loro corpo e che, se lo avessero lasciato, sarebbero morti. Queste crisi di panico non sono così rare come potreste immaginare. Leggi

pubblicità
  • 10 Mag 2016 11.36

Siamo fortunati ma non ce ne accorgiamo

Vi sentite fortunati? Secondo gli psicologi, probabilmente no. E probabilmente pensate di essere arrivati dove siete oggi grazie al vostro impegno e alla vostra forza di volontà. Tutti noi sottovalutiamo il ruolo della fortuna nella nostra vita, e più siamo ricchi meno peso le diamo. Leggi

  • 03 Mag 2016 11.11

Gli algoritmi ci aiutano a prendere decisioni importanti

Non ero particolarmente predisposto a innamorarmi di Algorithms to live by, il nuovo libro di Brian Christian e Tom Griffiths che consiglia di affrontare le decisioni della vita con la mentalità di un informatico. Con il massimo rispetto, il loro è un lavoro che evoca cliché non certo associati a un sano equilibrio tra lavoro e vita privata, o alla capacità di stabilire rapporti sociali. Leggi

  • 27 Apr 2016 11.04

Perché i consumatori etici sono antipatici a tutti

Sarebbe bello poter pensare che fare scelte etiche induce gli altri a imitarci. È vero che le persone che dimostrano una grande dirittura morale sono motivo di ispirazione. Ma questo è dovuto in parte al fatto che non ci paragoniamo quasi mai a loro. Leggi

pubblicità
  • 19 Apr 2016 12.12

Per gestire una montagna di email bisogna vivere nel passato

Quando ho saputo che un ricco eccentrico aveva scoperto una soluzione eccezionale per il problema del sovraccarico di email, non ci ho sperato molto. Ma mi sbagliavo. Leggi

  • 12 Apr 2016 11.13

Fare il pendolare è una maledizione

Sono decisamente favorevole alla diversità e agli stili di vita alternativi, ma cosa dire di quella piccola percentuale di popolazione che, secondo numerosi sondaggi, giudica le ore passate per andare e tornare dal lavoro come le migliori della giornata? Sbagliano. Leggi

  • 05 Apr 2016 10.56

Per essere geniali non basta essere eccentrici

Presumo che se veniste a sapere di qualcuno così psicologicamente disturbato da conservare compulsivamente ricevute, lattine vuote, vecchie confezioni di spazzolini da denti, francobolli e unghie dei piedi tagliate, quell’uomo vi farebbe pena. Tuttavia, qualsiasi cosa si pensi della sua arte, è difficile concludere che Andy Warhol, che faceva tutte queste cose, non abbia dato nessun contributo al mondo. Leggi

  • 30 Mar 2016 11.41

È difficile rinunciare ai lussi della vita

Non ci rendiamo conto di quante nostre scelte dipendono fondamentalmente dal fatto che sbagliamo a giudicare le cose senza cui non potremmo vivere. La prossima volta che riderete dei problemi dei super ricchi, pensate alla vostra vita, nella quale ci sono sicuramente molte cose che tecnicamente non vi sono indispensabili. Leggi

  • 22 Mar 2016 16.29

Perché ascoltare la voce interiore

Gli psicologi sono forse gli unici ricercatori che, per definizione, non possono vedere l’oggetto dei loro studi. Se la vostra passione è l’anatomia, potete fare a pezzi un corpo; se volete capire i rituali religiosi polinesiani, potete prendere un aereo, ma non potrete mai entrare nell’esperienza mentale di un’altra persona. Leggi

pubblicità
  • 15 Mar 2016 11.54

Se volete realizzare qualcosa smettete di pensare e agite

Il fastidioso termine inglese wantapreneur descrive l’altrettanto fastidioso fenomeno delle persone che parlano continuamente delle startup che vorrebbero creare – “qualcosa come Airbnb, ma per le capre o per i cappelli!” – senza mai farne nulla. Leggi

  • 08 Mar 2016 14.07

Le domande complesse possono ricevere risposte semplici

È difficile capire che tutti quelli che offrono consigli hanno anche un altro e più importante interesse personale: devono farci credere che le cose sono talmente complicate da rendere indispensabile il loro aiuto. Leggi

  • 01 Mar 2016 11.57

Dieci modi per affrontare tutte le cose che abbiamo da fare

Il lavoro stanca, su questo non si discute. Se siete esseri umani con un impiego e non vi sentite sopraffatti dai vostri impegni, di sicuro conoscete diverse persone per le quali non è così, e che non smettono mai di lamentarsene. Leggi

  • 23 Feb 2016 11.22

Un metodo a prova di bomba per scatenare e chiudere una lite

È facile dare il via a una discussione inutile e frustrante con un partner, amico, genitore o figlio, in realtà con chiunque. Basta cominciare facendo un’osservazione obiettivamente corretta, ma che implica un giudizio. Leggi

  • 16 Feb 2016 12.33

La gratitudine va bene ma senza esagerare

Di recente, la saggista Barbara Ehrenreich ha criticato un’idea che va tanto di moda, ossia che la gratitudine sia un sentimento utile a raggiungere la felicità. La reazione dei sostenitori della riconoscenza è stata piuttosto interessante, perché hanno cercato di demolire la sua tesi dando quasi l’impressione di esserle grati per averla proposta. Leggi

pubblicità
  • 02 Feb 2016 11.45

La concentrazione semplifica la vita

All’inizio del suo nuovo libro Deep work. Rules for focused success in a distracted world, Cal Newport incontra un architetto che sogna “camere di lavoro”, una sorta di scatoloni insonorizzati delle dimensioni di una piccola stanza, che permettono di “concentrarsi e lavorare senza essere interrotti”. Ne vorrei una anch’io. Leggi

  • 26 Gen 2016 11.21

È giusto saltare la fila?

Come probabilmente saprete, ci sono due modi per evitare di fare la fila in aeroporto. Uno è viaggiare in business class o essere una celebrità – ma la business è costosa, e per diventare famosi ci vogliono anni di lavoro, o di fortuna. La seconda è arrivare di proposito all’ultimo minuto e farsi scortare in cima alla fila dal personale del terminal. Leggi

  • 19 Gen 2016 11.40

Selezionare le notizie migliora il nostro rapporto con la realtà

La tecnologia ci mette sempre più in contatto con le sofferenze del mondo, che sono potenzialmente infinite, fino a quando non diventa strutturalmente inevitabile che ce ne sentiamo schiacciati, anche se non è detto che le cose stiano andando peggio del solito. Leggi

  • 12 Gen 2016 13.28

Il nostro destino è davvero nelle nostre mani?

A quanto sembra, almeno dal numero di ricerche effettuate su Google, La strada che non presi di Robert Frost – la poesia sul sentiero che si biforca nel bosco – è la più famosa della storia moderna (qualche tempo fa ha compiuto cento anni, e ormai probabilmente quel bosco è diventato uno Starbucks) Leggi

  • 04 Gen 2016 12.49

Anno nuovo, vita nuova? Scordatevelo

Eccoci di nuovo nel periodo che gli editori definiscono “Anno nuovo, vita nuova”, in parte perché vogliono vendere libri su come cambiare vita e in parte, ovviamente, per via dell’allitterazione! Suppongo siate tutti d’accordo che si tratta di un’affermazione assurda e sbagliata. Ma, secondo me, è assurda e sbagliata per motivi interessanti, che varrebbe la pena di esaminare se intendete veramente introdurre qualche cambiamento duraturo nella vostra vita. Leggi

pubblicità