NUOVE NOTIZIE

PAESI
NUOVE NOTIZIE

Somalia

Somalia

Capitale
Mogadiscio
Cambio
Ora locale
Borsa
Meteo
Pil pro capite
Temperatura
Popolazione
Moneta
Scellino somalo
Superficie

  • 21 Mar 2017 19.11
Cinque persone sono morte nell’esplosione di un’autobomba a Mogadiscio, in Somalia. L’attacco è avvenuto vicino al teatro nazionale, non lontano dal palazzo presidenziale. L’obiettivo era un posto di blocco dell’esercito. Tra le vittime ci sono alcuni soldati. I feriti sono dieci, ma il numero è destinato a crescere.
  • 21 Mar 2017 12.50
Il primo ministro somalo ha formato il nuovo governo. Hassan Ali Khaire, nominato primo ministro alla fine di febbraio dal neoeletto presidente della Somalia Mohamed Abdullahi Farmajo, ha reso nota la lista di 26 ministri del suo governo. Tra i nomi più in vista quello del nuovo ministro delle finanze, Abdirahman Duale Beyle, che aveva già ricoperto il ruolo di ministro degli esteri dal 2014 al 2015, mentre agli esteri andrà Yusuf Garaad Omar, che per diversi anni è stato il capo dei servizi in lingua somala per la Bbc.
pubblicità
  • 20 Mar 2017 15.48

In Africa venti milioni di persone sono a rischio carestia

In Africa orientale la siccità rischia di trasformarsi in carestia. Tra i paesi più colpiti c’è il Sud Sudan, dove il governo ha già dichiarato lo stato di carestia. In Somalia, gli abitanti di molti villaggi stanno abbandonando le loro case per raggiungere le città alla ricerca di cibo. Leggi

  • 17 Mar 2017 18.43
Quarantadue rifugiati somali sono stati uccisi in un raid al largo della costa dello Yemen. Secondo una guardia costiera della zona di Hodeidah, attualmente controllata dai ribelli houthi, i rifugiati sono stati attaccati da un elicottero Apache nei pressi dello stretto di Bab al Mandeb. L’imbarcazione era salpata dallo Yemen ed era diretta in Sudan. Circa 80 rifugiati sono stati soccorsi dopo l’incidente. Non è ancora chiaro chi abbia condotto l’attacco. Tra le vittime ci sono donne e bambini.
  • 14 Mar 2017 18.26
I pirati hanno attaccato un’imbarcazione al largo della Somalia. I pirati hanno dirottato una petroliera al largo delle coste della Somalia, si tratta del primo incidente di questo tipo avvenuto nella zona dal 2012. L’Aris 13, che trasportava carburante da Gibuti a Mogadiscio, è stata speronata da due imbarcazioni di presunti pirati. È stata aperta un’inchiesta sull’incidente.
pubblicità
  • 13 Mar 2017 12.46

Autobomba vicino a un hotel di Mogadiscio

I vigili del fuoco intervengono dopo l’esplosione di un’autobomba vicino all’hotel Wehliye di Mogadiscio, in Somalia. Nell’attentato, che ancora non è stato rivendicato, sono morte sei persone e quattro sono rimaste ferite.
  • 11 Mar 2017 11.20
Secondo le Nazioni Unite più di 20 milioni di persone sono in condizioni di carestia. Lo Yemen, il Sud Sudan, la Somalia e il nordest della Nigeria stanno attraversando una delle più gravi crisi umanitarie dalla fine della seconda guerra mondiale. È quanto ha detto Stephen O’Brien nel suo appello al Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite. Per affrontare la crisi è necessario mobilitare 4,4 miliardi di dollari entro luglio. Secondo i parametri Onu, si ha una carestia quando più del 30 per cento dei bambini al di sotto dei cinque anni soffre di malnutrizione acuta e il tasso di mortalità è di due o più morti al giorno ogni 10mila persone.
  • 05 Mar 2017 16.49
Si aggrava la siccità in Somalia, più di cento persone sono morte di fame. Il primo ministro somalo Hassan Ali Haire ha comunicato che 110 persone sono morte di fame nelle ultime quarantotto ore nella regione sud occidentale del Bay. Si tratta del primo bilancio ufficiale delle vittime della crisi idrica, provocata in parte dal fenomeno climatico El Niño. Attualmente quasi tre milioni di persone non hanno accesso a cibo sufficiente e si teme che la situazione possa degenerare in carestia.
  • 27 Feb 2017 16.22

Via dalle fiamme

Alcune persone cercano di salvare alcune delle merci del mercato Bakara di Mogadiscio, in Somalia, in cui è scoppiato un incendio. Ci sono stati almeno tre feriti.
  • 27 Feb 2017 14.55
Esplosione a un checkpoint di Mogadiscio, quattro soldati feriti. Nella capitale somala un’autobomba è esplosa vicino a un posto di controllo militare, ferendo quattro soldati. Il conducente ha fatto saltare in aria il veicolo mentre i soldati, allertati del potenziale attacco, lo stavano inseguendo. Il 20 febbraio un attentato aveva causato la morte di almeno 39 persone. Il gruppo jihadista Al Shabaab, sospettato degli attacchi, aveva fatto sapere di voler moltiplicare le aggressioni dopo l’insediamento del presidente Mohamed Abdullahi Mohamed, detto Farmajo.
pubblicità
  • 23 Feb 2017 13.02
Hassan Ali Khaire è il nuovo primo ministro somalo. L’ex operatore umanitario e dirigente di una compagnia petrolifera è stato scelto dal presidente Mohamed Abdullahi Mohamed, detto Farmajo, che si è insediato il 22 febbraio alla guida del paese africano. Khaire, che ha anche la cittadinanza norvegese, è stato il direttore generale del Norwegian refugee council.
  • 20 Feb 2017 09.17
È salito a 39 il numero delle vittime dell’attentato in Somalia. Il 20 febbraio un attentatore suicida si è fatto esplodere a bordo di un’auto in un mercato affollato della capitale Mogadiscio. I feriti sono 27, come hanno confermato i soccorritori. L’attacco è arrivato a pochi giorni dall’elezione del nuovo presidente Mohamed Abdullahi Farmajo. Non è ancora stato rivendicato, ma si sospetta il coinvolgimento dei jihadisti di Al Shabaab.
  • 20 Feb 2017 08.58

Dopo l’esplosione a Mogadiscio

Un soldato dell’esercito somalo tra i resti del mercato di Wadajir, a Mogadiscio, dopo l’esplosione di un’autobomba che il 19 febbraio ha causato la morte di almeno 39 persone. 
  • 19 Feb 2017 18.23
Un’autobomba in un mercato provoca almeno 39 morti a Mogadiscio. La vettura è esplosa nei pressi di un mercato affollato nella capitale somala. Secondo un responsabile dei servizi di soccorso locali le vittime sarebbero almeno trentanove e i feriti più di cinquanta. L’attacco arriva a pochi giorni dall’elezione del nuovo presidente Mohamed Abdullahi Farmajo e potrebbe essere stato condotto dal gruppo jihadista Al Shabaab, che è contrario al nuovo governo nato sotto l’egida delle Nazioni Unite. Tuttavia, non ci sono ancora state rivendicazioni dell’attentato.
  • 09 Feb 2017 19.50
La giustizia keniana ferma la chiusura del campo profughi di Dadaab. L’alta corte del Kenya ha stabilito che la decisione di chiudere il campo è da considerarsi “nulla”. Il campo profughi di Dadaab è il più grande del mondo e ospita 328mila rifugiati, di cui circa 260mila provenienti dalla Somalia. Il governo aveva chiesto di chiuderlo in seguito alla strage all’università di Garissa, temendo che i terroristi di Al Shabaab potessero reclutare persone nel campo. La struttura di Dadaab, aperta nel 1991 per ospitare i somali in fuga dal conflitto nel loro paese, è gestita dall’Onu, che aveva denunciato l’alto rischio umanitario di una possibile chiusura.
pubblicità
  • 09 Feb 2017 12.41

Tutte le sfide che dovrà affrontare il nuovo presidente somalo

L’8 febbraio l’ex primo ministro Mohamed Abdullahi Farmajo è stato eletto presidente della Somalia. Farmajo, ex ambasciatore negli Stati Uniti ed ex primo ministro, ha sconfitto al secondo turno il capo dello stato uscente Hassan Sheikh Mohamud. Leggi

  • 08 Feb 2017 18.23
L’ex primo ministro Mohamed Abdullahi Farmajo è stato eletto presidente della Somalia. I candidati erano una ventina e tra loro c’era anche il presidente uscente Hassan Sheikh Mohamud, che ha riconosciuto la vittoria del rivale al secondo turno, rinunciando al ballottaggio. I parlamentari somali hanno votato all’aeroporto di Mogadiscio, ritenuto il luogo più sicuro della città. Martedì 7 febbraio la capitale somala era stata colpita da diversi attacchi organizzati dai militanti di Al Shabaab.
  • 08 Feb 2017 12.58
In Somalia si vota per eleggere il nuovo presidente. I parlamentari somali che dovranno eleggere il nuovo presidente del paese voteranno all’aeroporto di Mogadiscio, ritenuto il luogo più sicuro della città. Martedì 7 febbraio dei militanti di Al Shabaab hanno compiuto diversi attacchi, principalmente a colpi di mortaio, non lontano dai luoghi scelti come seggi elettorali. Le autorità hanno alzato il livello di sicurezza, bloccato diverse arterie cittadine e hanno deciso di spostare all’aeroporto l’assemblea dei parlamentari. I candidati sono una ventina e tra loro c’è anche il presidente attualmente in carica, Hassan Sheikh Mohamud. I tre nomi più votati accederanno al secondo turno dal quale devono uscire i due candidati per il ballottaggio finale. Tutto dovrebbe concludersi in giornata.
  • 07 Feb 2017 15.54
Stato di allerta in Somalia in vista delle presidenziali. Le autorità somale hanno bloccato le principali strade della capitale, Mogadiscio, in una serie di misure per rafforzare la sicurezza in vista delle elezioni presidenziali che si terranno l’8 febbraio. Dopo mesi di ritardi, i 329 parlamentari dovranno scegliere se sostenere la nomina del presidente Hassan Sheikh Mohamud per un secondo mandato o uno dei suoi 21 rivali.
  • 25 Gen 2017 15.28
Due autobombe esplodono vicino a un hotel di Mogadiscio, almeno 28 morti. Altre 43 persone sono rimaste ferite. Lo riferiscono fonti mediche nella capitale somala. Alcuni miliziani del gruppo jihadista Al Shabaab hanno attaccato l’hotel Dayah, che si trova vicino alla sede del parlamento. I terroristi hanno fatto esplodere due autobombe e poi sono entrati nell’albergo, aprendo il fuoco. Tra i feriti ci sono anche dei giornalisti.
pubblicità