Un libro per aprile

20 aprile 2018 12:25

Un testimone del Bataclan, racconti di vita dalla California e dal Mississippi, le similitudini tra esseri umani e animali, la genesi dell’Oxford english dictionary, una storia d’altri tempi dalla Cecoslovacchia. Cosa leggere questo mese.

Erwan Larher, Il libro che non volevo scrivere
Ponte alle Grazie, 235 pagine, 16 euro
Compra su Amazon | Ibs | Feltrinelli

Solo dopo un lungo silenzio sugli attentati di Parigi del 13 novembre 2015, Erwan Larher, scrittore e discografico che quella sera si trovava al Bataclan, ha scelto di descrivere la sua notte tremenda sotto il tiro dei kalashnikov. Un esercizio rischioso, ma affrontato energicamente, in un libro che è molto più di una testimonianza: è una riflessione metafisica sulla morte e insieme una lezione di scrittura. Una volta assolto il compito gravoso di raccontare la notte che ha traumatizzato la Francia, Larher sembra ritrovare la sua identità nella seconda parte del libro, parlando della sua convalescenza. Questo libro permette di avvicinarsi a un’esperienza inimmaginabile attraverso lo sguardo di chi si è trovato nell’epicentro dell’orrore. –Amandine Schmitt, Le Nouvel Observateur

Gabriel Tallent, Mio assoluto amore
Rizzoli, 416 pagine, 16 euro
Compra su Amazon | Ibs | Feltrinelli

Turtle Alveston, protagonista quattordicenne di Mio assoluto amore, vive in una baracca di legno nel nord della California, insieme a suo padre, Martin. Un padre tenero e premuroso, ma anche un mostro: esercita su Turtle un controllo assoluto che sconfina nell’abuso. La seconda parte del romanzo racconta, dopo la discesa agli inferi, la rinascita di Turtle. Il romanzo d’esordio di Gabriel Tallent, che Stephen King ha definito un assoluto capolavoro, al livello di Comma 22 o del Buio oltre la siepe, è sorretto da una prosa spettacolare, selvaggia e piena di grazia, che dipana una trama avvincente come poche.–Paul Laity, The Guardian

Jasmyn Ward, Salvare le ossa
NN Editore, 313 pagine, 19 euro
Compra su Amazon | Ibs | Feltrinelli

Un libro magico, fiero, poetico. Siamo nell’immaginaria cittadina di Bois Sauvage, Mississippi, nei dieci giorni che precedono l’uragano Katrina. La tempesta incombe sulla vita di quattro fratelli. A prima vista, Salvare le ossa è solo la storia di una famiglia nera e povera che sta per essere colpita da una catastrofe. Quello che ne fa un romanzo straordinario è il modo in cui Ward riesce ad accordare i sentimenti e le passioni che agitano i suoi personaggi con la poderosa minaccia che si avvicina.–Ron Charles, The Washington Post

Guadalupe Nettel, Bestiario sentimentale
La Nuova Frontiera, 121 pagine, 14,50 euro
Compra su Amazon | Ibs | Feltrinelli

Questa raccolta di cinque racconti fin dalle prime pagine rivela un talento raro. Esemplare, in questo senso, è la storia di una coppia in crisi che decide di tenere due pesci della stessa specie, maschio e femmina, in una boccia: fra il destino degli animali e quello dell’uomo e della donna che li osservano si sviluppano corrispondenze inquietanti. Questo racconto è di una bellezza straordinaria. Le strane similitudini che Nettel stabilisce tra animali, anche minuscoli, ed esseri umani sono il nesso che offre coesione a queste storie, che rivelano come “animale” sia il sinonimo implicito di “umano”.–Ricardo Senabre, El Cultural

Simon Winchester, Il professore e il pazzo
Adelphi, 262 pagine, 19 euro
Compra su Amazon | Ibs | Feltrinelli

Questo romanzo unisce ben tre storie vere. La prima è quella del professor James Murray, scozzese, che nell’ottocento dedicò la sua vita alla redazione dell’Oxford english dictionary. La seconda è quella di un chirurgo dell’esercito statunitense, William Chester Minor, che, vissuto in un manicomio criminale per oltre trent’anni, fu tra i più validi assistenti di Murray. La terza storia, che è anche la più affascinante, è quella del dizionario stesso: il primo tentativo di cimentarsi con l’opera titanica di elencare e definire tutte le parole della lingua inglese. Il racconto della lunga e difficile nascita del dizionario s’intreccia con le storie del professore e del chirurgo. Un libro che conquisterà chi ama le parole.–Andrea Behr, San Francisco Chronicle

pubblicità

Laurent Binet, La settima funzione del linguaggio
La nave di Teseo, 454 pagine, 20 euro
Compra su Amazon | Ibs | Feltrinelli

E se la morte di Roland Barthes, il 26 marzo 1980, dopo essere stato investito da un furgone, non fosse stata casuale? E se un vasto complotto si nascondesse dietro la scomparsa dell’autore di Miti d’oggi e del Grado zero della scrittura? È il punto di partenza grandioso e delirante di La settima funzione del linguaggio, un poliziesco in cui i principali sospetti si chiamano Gilles Deleuze, Louis Althusser, Bernard-Henri Lévy, Philippe Sollers, Umberto Eco e perfino François Mitterrand. Con questa specie di Codice Da Vinci versione Ferdinand de Saussure, Laurent Binet dimostra che è possibile far ridere di tutto.–Thomas Mahler, Le Point

Jaroslav Kalfar, Il cosmonauta
Guanda, 328 pagine, 19 euro
Compra su Amazon | Ibs | Feltrinelli

Il padre del protagonista Jakub Procházka è quello che viene comunemente definito un poliziotto segreto (anche se in Cecoslovacchia non erano così segreti). E anche se ha il compito di rastrellare i cittadini che non sono abbastanza entusiasti del comunismo, nutre una passione clandestina per Elvis Presley. Basta leggere poche righe dell’esordio di Jaroslav Kalfar per constatare che siamo nel territorio dei grandi umoristi cechi come Jaroslav Hašek. È come se un episodio di Star Trek si fosse schiantato contro Lo scherzo di Milan Kundera. È un Solaris con tante risate e lezioni di storia.–Tibor Fischer, The Guardian

Una versione più lunga di queste recensioni è uscita nei numeri di Internazionale di aprile 2018. Quando compri un libro attraverso il nostro sito, Internazionale riceve una commissione.

pubblicità

Articolo successivo

Spazio al premio Pictet