Nel 2018 Romane Bohringer e Philippe Rebbot, in _L’amour flou _(un piccolo film autoprodotto, vincitore del César dedicato all’opera prima), hanno raccontato la loro “separazione” dopo dieci anni di vita in comune. Una separazione che si è materializzata in un tramezzo tirato su nell’appartamento che Romane e Philippe dividono con i due figli, Rose e Raoul. Adesso, in una serie di nove episodi, i due autori-attori continueranno a raccontare il loro particolare ménage che descrive “l’eterna separazione” di due persone che non possono vivere né insieme né (troppo) lontane l’una dall’altra. Les Inrockuptibles

Questo articolo è uscito sul numero 1435 di Internazionale, a pagina 90. Compra questo numero | Abbonati