Ossessioni

Serie tv

Soprattutto quelle prodotte negli Stati Uniti sono un nuovo fenomeno della cultura di massa. Tutti le vedono, tutti ne parlano e nessuno vuole perdersi quella che verrà.

Aspettando i Golden globes

Guardando le candidature ai premi della stampa straniera di Hollywood ci piacerebbe immaginare che l’industria del cinema possa prendere una direzione più femminile. Leggi

Quando l’aids uccideva solo quelli che dovevano morire

Da Angels in America a It’s a sin, passando per Looking e Pose: come le serie tv hanno raccontato la comunità lgbt+ travolta dalla pandemia di aids negli anni ottanta. Leggi

pubblicità
Le sfide della scuola raccontate sul piccolo e grande schermo

Molte delle serie per adolescenti ambientate a scuola sono costruite un po’ come i Peanuts: gli adulti non contano. Alcune eccezioni aiutano a riflettere anche i non addetti ai lavori. Leggi

Far esplodere i miti, cambiare idea, immaginare l’inimmaginabile

Quand’è che pure lo spettatore più disinteressato a certe idee di giustizia sociale o di correttezza verso gli altri comincia a sentirsi distante da alcune visioni patriarcali o razziste nei libri, nei film, nelle canzoni e nelle serie tv? Leggi

I may destroy you è la serie tv dell’anno

L’autrice britannica Michaela Coel ha creato una narrazione che descrive senza retorica le ambiguità della società e tiene insieme due dimensioni del dibattito che spesso sono separate: le mobilitazioni femministe e i processi pubblici. Leggi

pubblicità
Il tempismo perfetto della serie tv Lovecraft country

La serie horror scritta da Misha Green racconta il viaggio di una famiglia nera nell’America degli anni cinquanta, dove chiunque sembra essere un potenziale mostro. Leggi

Serie tv

È in edicola il nuovo Internazionale Kids! In questo numero: perché le serie tv hanno tanto successo, animali blu, diario da Minsk, a 11 anni in cima al Cervino, consigli per salvare il pianeta e molto altro. Leggi

Una nuova consapevolezza

Il mondo che prima mi dava ispirazione ora mi disgusta, e mi chiedo se da adesso in poi sarà sempre così. Tutta questa consapevolezza acquisita era forse già qui? Leggi

Una mamma per nemica

Durante gli ultimi mesi di scorpacciate di serie tv con i miei figli adolescenti, mi sono reso conto che quasi tutte le famiglie protagoniste sono altamente disfunzionali. È una forzatura o il riflesso di una situazione reale? Leggi

Ci mancherà l’Italia psicotica e televisiva di Mattia Torre

Mattia Torre scriveva di vita, di morte, di nevrosi e di follia. Come tutto il teatro moderno, in fondo, da Shakespeare in poi. Leggi

pubblicità
Sul set dell’Amica geniale

Per la serie tv L’amica geniale è stato costruito uno dei set più grandi d’Europa. Eduardo Castaldo lo ha fotografato e messo a confronto con il quartiere di Napoli dove sono ambientate le storie dei libri di Elena Ferrante. Leggi

Passatempi londinesi

Il pomeriggio avanza e mi accorgo che si sta facendo buio. Un momento, però: non è un buio normale, sono solo le due di pomeriggio. Leggi

La serie tv sulla corruzione che conquista i cinesi

Trecentocinquanta milioni di spettatori per l’episodio pilota, 1,7 miliardi nel mese di messa in onda. Il fenomeno televisivo della primavera cinese. Leggi

Sky e la Hbo hanno firmato un nuovo accordo milionario per produrre insieme delle serie tv.
Sky e la Hbo hanno firmato un nuovo accordo milionario per produrre insieme delle serie tv. Il canale televisivo di proprietà di Rupert Murdoch e quello statunitense, che ha lanciato show come Game of thrones e The wire, hanno siglato un patto da 250 milioni di dollari per produrre serie drammatiche di alta qualità da distribuire in tutto il mondo. Le due aziende hanno dichiarato che l’obiettivo dell’accordo è di creare almeno due show televisivi di successo ogni anno a partire dal 2018. Sky ha già coprodotto insieme alla Hbo la serie diretta da Paolo Sorrentino The young pope.
È andato in onda il primo episodio di Sesame street con un personaggio affetto da autismo.
È andato in onda il primo episodio di Sesame street con un personaggio affetto da autismo. Julia ha quattro anni, i capelli arancioni, gli occhi verdi e nel suo debutto gioca con i personaggi storici della serie, che spiegano che “Julia fa le cose in modo un po’ diverso”. L’episodio è stato trasmesso in contemporanea sulle reti Hbo e Pbs. Per la creazione della nuova muppet, gli autori di Sesame street hanno consultato esperti, associazioni e famiglie di bambini con l’autismo.
pubblicità
Pubblicato il primo trailer della settima stagione di Trono di spade.
Pubblicato il primo trailer della settima stagione di Trono di spade. L’attesa settima stagione della serie Hbo comincerà il 16 luglio. Intanto l’emittente statunitense ha pubblicato il primo trailer: intitolato The long walk dura novanta secondi nei quali compaiono Lena Headey, Emilia Clarke e Kit Harington.
Come la tv prova a trasformare il dramma in commedia

One Mississippi appartiene a un filone televisivo che in base a una scelta lessicale infelice viene chiamato trauma-dy, “commedia del trauma”, o sadcom: gli autori costruiscono personaggi ispirati a se stessi con l’obiettivo di portare in scena la peggiore versione possibile della loro realtà individuale. Abbiamo quindi un esercito di uomini e donne alle prese con la malattia mentale, il lutto, le difficoltà in famiglia, il crescente senso di inadeguatezza. Quello che succede al resto del mondo non entra quasi mai in scena. A trionfare è l’infelicità dei singoli. Leggi

Joel ed Ethan Coen dirigeranno una serie tv ambientata nel vecchio west.
Joel ed Ethan Coen dirigeranno una serie tv ambientata nel vecchio west. I fratelli Coen stanno lavorando a The ballad of Buster Scruggs, una miniserie pensata per la tv. La serie è stata scritta partendo da un’idea originale dei due fratelli che cureranno anche la regia e figurano come coproduttori. Secondo alcune indiscrezioni i Coen vorrebbero sperimentare un approccio innovativo che dovrebbe coinvolgere anche le sale cinematografiche. Non è emerso ancora nessun dettaglio sulla trama e sul cast.
Le prime due puntate della nuova serie di Twin Peaks andranno in onda il 21 maggio
Le prime due puntate della nuova serie di Twin Peaks andranno in onda il 21 maggio. Dopo che è stato trasmesso il trailer della nuova serie un mese fa, è stato annunciato che le prime due puntate dureranno due ore e andranno in onda il 21 maggio su Showtime. La terza e la quarta puntata saranno disponibili online subito dopo la messa in onda in tv. La nuova serie avrà un totale di 18 episodi.
Netflix

Prima di cominciare una nuova serie, assicurati di non avere impegni per le prossime dodici ore. Leggi

pubblicità
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.