Los Angeles, 5 maggio 2021 (Jae C. Hong, Ap/LaPresse)

“Gli abitanti della California sono diminuiti per il secondo anno consecutivo”, scrive il Los Angeles Times. Il rallentamento nella crescita della popolazione era cominciato già prima della pandemia, ma in quel periodo era compensata dagli alti livelli d’immigrazione. Negli ultimi due anni le cose sono cambiate. “A causa delle restrizioni all’ingresso negli Stati Uniti, solo 43mila stranieri si sono trasferiti nello stato (la media precedente era di 140mila). Inoltre le persone che hanno lasciato la California per andare in altri stati (280mila) sono state più di quelle che sono arrivate”.

Questo articolo è uscito sul numero 1459 di Internazionale, a pagina 30. Compra questo numero | Abbonati