Bruce Springsteen ha annunciato un nuovo tour nel 2023 insieme alla E Street Band. I concerti del cantautore con il suo storico gruppo, i primi da quando nel 2017 si sono conclusi quelli per celebrare l’anniversario di The river, cominceranno a febbraio 2023 nelle arene statunitensi e proseguiranno negli stadi europei a partire da aprile, per poi tornare in Nordamerica ad agosto. Tutte le date negli Stati Uniti saranno annunciate in seguito, e sono in arrivo anche altri appuntamenti in Regno Unito e Belgio. “Dopo sei anni non vedo l’ora di rivedere i nostri fan e di condividere ancora una volta il palco con la E Street Band. Ci vediamo là fuori”, ha dichiarato il musicista. Le date europee toccheranno Barcellona, Dublino, Parigi, Ferrara (18 maggio), Roma (21 maggio), Amsterdam, Landgraaf, Zurigo, Düsseldorf, Göteborg, Oslo, Copenaghen, Amburgo, Vienna, Monaco e Monza (25 luglio). Della E Street Band, la formazione che accompagna il cantautore dal 1972, fanno parte Steven Van Zandt, Max Weinberg, Patti Scialfa, Roy Bittan, Garry Tallent, Nils Lofgren e altri musicisti che si sono aggiunti più di recente, come il sassofonista Jake Clemons, nipote di Clarence Clemons, uno dei fondatori della band, morto nel 2011. Dalla fine dell’ultimo tour, Spring­steen ha partecipato a diversi progetti: ha portato a teatro lo spettacolo Springsteen on Broad­way, diventato anche un film su Netflix, e ha pubblicato due album: Western stars e Letter to you.
Evan Minsker, Pitchfork

Bruce Springsteen (Danny Clinch)

Questo articolo è uscito sul numero 1462 di Internazionale, a pagina 98. Compra questo numero | Abbonati