Diritti

La violenza dietro ai dati

Negli ultimi anni la lotta alla violenza di genere è diventata una priorità per molti stati africani. Numeri telefonici dedicati, ministeri delle pari opportunità, programmi... Leggi

La carriera alias è una questione di diritto allo studio

Le persone trans hanno il più alto tasso di abbandono scolastico. I pochi tentativi per aiutarle sono ostacolati dai gruppi “no gender”, che da tempo tengono sotto controllo il mondo della scuola. Leggi

pubblicità
Un riconoscimento a Yale per il proprietario della Eternit

L’Associazione dei familiari e vittime dell’amianto chiede all’università statunitense di revocare la laurea ad honorem all’imprenditore Stephan Schmidheiny, imputato nel processo Eternit-bis. Leggi

Cosa ci insegna il caso Cospito sul 41 bis

Condannato per un attentato a una caserma che non provocò né morti né feriti, dal 20 ottobre l’anarchico Alfredo Cospito protesta contro il regime speciale a cui è sottoposto in carcere con lo sciopero della fame. L’unica possibilità che gli resta. Leggi

A Bologna la lotta per la casa riparte dagli studenti

Nel capoluogo emiliano il costo per affittare o comprare una casa è salito più che nel resto d’Italia. Mancano iniziative pubbliche che sostengano le migliaia di studenti fuori sede. A essere soddisfatti sono solo i proprietari di immobili. Leggi

pubblicità
L’anno peggiore per i suicidi in carcere

Almeno 74 detenuti si sono tolti la vita dall’inizio dell’anno. Molti erano stati condannati per reati minori e sarebbero usciti di lì a poco. Quasi uno su quattro aveva meno di trent’anni. Leggi

La brutta favola dell’Italpizza

Il sindacato Si Cobas potrebbe essere chiamato a risarcire l’azienda per i ritardi produttivi creati dalle mobilitazioni dei suoi iscritti. Un attacco al diritto di sciopero senza precedenti. Leggi

Le case popolari ci sono ma rimangono vuote

Mentre le graduatorie per l’assegnazione di un alloggio si allungano, da Milano a Napoli migliaia di edifici di edilizia popolare sono chiusi e inutilizzati. Leggi

Il diritto di voto negato ai più fragili

I detenuti, le persone con disabilità intellettiva e quelle senza dimora spesso non hanno la possibilità di votare, anche se per legge possono farlo. Leggi

Le detenute di Torino che si battono per cambiare il carcere

Il 24 agosto hanno cominciato uno sciopero della fame a staffetta. Chiedono una riforma promessa da tempo, denunciano il sovraffollamento delle strutture e il silenzio dei partiti in campagna elettorale Leggi

pubblicità
Abortire in Calabria non è più un diritto

Anche l’ultimo medico non obiettore dell’ospedale di Cosenza è diventato obiettore. L’interruzione di gravidanza nella regione ormai è sempre più un percorso pieno di ostacoli. Leggi

Benvenuti a metà

La proposta di legge sullo ius scholae, per consentire agli studenti di origine straniera di diventare cittadini italiani, è arrivata in parlamento. Lo scoglio da superare è l’opposizione dei partiti di destra. Leggi

Studiare in carcere non dovrebbe essere un’eccezione

Negli istituti penitenziari accedere all’istruzione è molto complicato. Eppure lo studio è fondamentale per favorire la rieducazione dei detenuti e per il loro rapporto con la società. Leggi

I figli sono le altre vittime del femminicidio

Non esistono procedure d’intervento omogenee sul territorio nazionale e un protocollo comune per sostenere i minorenni rimasti senza genitori dopo l’uccisione della madre. Leggi

Discriminate due volte

Le donne con disabilità sono doppiamente svantaggiate: sia rispetto agli uomini con disabilità sia rispetto alle altre donne. Dal lavoro alla salute sessuale alla genitorialità, serve un cambio di prospettiva. Leggi

pubblicità
Gli afroiracheni lottano da secoli per i loro diritti 

In Iraq i discendenti degli schiavi neri deportati da Zanzibar e dall’Africa orientale sono ancora discriminati sul piano sociale e politico, oltre che una delle comunità più a rischio per la crisi climatica estrema che colpisce il paese. Leggi

A Roma i senza dimora sono trattati da criminali

Negli ultimi anni le persone che vivono in strada sono state vittime di un “processo di criminalizzazione” che ne ha aggravato la situazione. Nella capitale sono almeno 15mila, senza servizi e senza un piano di accoglienza. Leggi

L’attivismo di facciata dei colossi petroliferi

La giustizia razziale, il femminismo e i diritti lgbt sono argomenti sempre più usati dalle multinazionali del petrolio per dare un aspetto positivo alle loro attività di estrazione di combustibili fossili. Leggi

L’Interpol rischia di diventare il braccio dei regimi autoritari

Creata per ricercare criminali in fuga in paesi esteri, sempre più spesso la polizia internazionale emette mandati d’arresto contro rifugiati e dissidenti politici. Leggi

La richiesta delle donne

Il 28 settembre, giornata internazionale dell’aborto sicuro, le donne sono scese in piazza nelle principali città dell’America Latina. A Città del Messico, scrive SinEmbargo,... Leggi

pubblicità
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.