Spagna

Spagna

Capitale
Madrid
Cambio
Ora locale
Borsa
Meteo
Pil pro capite
Temperatura
Popolazione
Moneta
Euro
Superficie
La Open Arms torna in mare e fa rotta verso la Libia

Nonostante il clima ostile e la chiusura dei porti, la nave spagnola ha deciso di mollare gli ormeggi e tornare in mare per soccorrere i migranti al largo della Libia. Leggi

Alla luce del sole

“Mezz’ora è il tempo che un cliente impiega per contrattare con una prostituta i soldi da darle”, spiega il fotografo Pablo Balbontίn Arenas, che ha scelto di intitolare Media hora il suo lavoro sui bordelli in Spagna. Leggi

pubblicità
Barcellona città rifugio per i migranti apre il porto a Open Arms

La sindaca Ada Colau e il fondatore di Open Arms Oscar Camps attaccano duramente la chiusura dei porti e le politiche europee dell’immigrazione. Leggi

Levante spagnolo

PHotoESPAÑA si conferma un festival solido, dove trovano spazio gli autori più interessanti del momento, come Ricardo Cases. Leggi

La Spagna accoglie l’Aquarius, ma l’azione delle ong si restringe

Le organizzazioni umanitarie chiedono un dialogo con il ministro dell’interno italiano Matteo Salvini e gli altri leader europei per evitare nuovi naufragi nel Mediterraneo. Leggi

pubblicità
Valencia si prepara ad accogliere l’Aquarius respinta dall’Italia

All’alba partirà un piano di accoglienza imponente per la città spagnola che non ha mai assistito a uno sbarco di seicento migranti. Leggi

La vicenda dell’Aquarius sulla stampa europea

La decisione del governo spagnolo di far attraccare a Valencia la nave Aquarius con i 629 profughi a bordo ha provocato differenti reazioni nella stampa spagnola ed europea. Leggi

Il contrappasso di Rajoy

È il primo presidente del governo nella storia di Spagna a essere sfiduciato dal parlamento. Intanto, a Barcellona i suoi avversari hanno ripreso possesso del palazzo da cui li aveva cacciati. Leggi

Violentata dalla legge

Il 7 luglio 2016, una ragazza è stata stuprata da cinque uomini a Pamplona. Il 26 aprile il giudice li ha condannati solo per abuso sessuale. L’ennesima espressione del patriarcato delle istituzioni. Leggi

Ognuno di noi vive circondato da trecentomila oggetti

Abbiamo vissuto per millenni con poche cose davvero necessarie, ottenute a fatica, che conoscevamo e apprezzavamo. Adesso le cose non significano nulla. Leggi

pubblicità
Un leader mediocre per Cuba

Il curriculum del nuovo presidente cubano Miguel Díaz-Canel è di una insultante mediocrità, come quelli di tutti i politici nati sull’isola dopo il 1959. Leggi

Gene Sharp, lo scrittore contro i dittatori

Ha ispirato i serbi contro Slobodan Milošević, le ragazze e i ragazzi della primavera araba, gli ucraini. Pochi hanno avuto un’influenza così profonda e silenziosa. Leggi

Gli alleati di Assad non sono così uniti

Per comprendere la situazione attuale in Siria bisogna rendersi conto che, nonostante le apparenze, Bashar al-Assad non ha ancora vinto la guerra. Leggi

Fare l’amore, una rivoluzione con altri mezzi

Fate l’amore non la guerra fu il motto più famoso del movimento hippie, nato contro una società puritana che taceva dell’amore ma urlava la patria e le sue guerrette. Leggi

Ho sognato di fare un lungo sonno

Il sonno è una strana frontiera: una terra incognita ma anche un’abilità da coltivare e curare. Leggi

pubblicità
Le elezioni catalane commentate dalla stampa europea

Per i giornali spagnoli ed europei, le elezioni del 21 dicembre in Catalogna non risolvono la situazione di stallo. Ora anche Bruxelles deve aiutare la mediazione. Leggi

Cosa succederà dopo le elezioni in Catalogna

Il 21 dicembre i catalani votano per rinnovare il parlamento regionale, sciolto dal governo spagnolo. La decisione del premier spagnolo era sembrata una mossa intelligente, ma qualcosa non ha funzionato. Leggi

C’era una volta Hollywood in Spagna

Almería, in Spagna, cinquant’anni fa era una delle capitali mondiali del cinema. Oggi sembra una città fantasma. Le foto di Mark Parascandola. Leggi

Il mondo in breve

Arresti a Malta per l’omicidio di Daphne Caruana Galizia, scontri in Honduras, una criptmoneta per il Venezuela: cos’è successo nel mondo. Leggi

Disforia nazionale

La mia simpatia va verso la rottura, verso la trasformazione, verso l’ontologia dell’impossibile. E in ogni caso verso nuove repubbliche della penisola. Leggi

pubblicità