Fonti: Financial times, Liveuamap, The New York Times

◆ Dopo il ritiro da Cherson, l’esercito russo sembra aver concentrato le sue risorse sul fronte del Donbass, in particolare nell’offensiva contro la città di Bachmut. Le autorità ucraine sostengono di aver respinto la maggior parte degli attacchi. I russi starebbero inoltre preparando nuove difese sul fronte meridionale in previsione di una controffensiva ucraina verso Mariupol. Intanto le forze ucraine stanno approfittando della riconquista di Cherson per colpire obiettivi russi in Crimea.

◆A Kiev e nel resto del paese continuano i bombardamenti russi sulle infrastrutture. Il governo ucraino ha dichiarato che più di metà della rete elettrica nazionale è fuori uso, e ha invitato i cittadini a lasciare la regione di Cherson e le altre zone dove è impossibile garantire i servizi essenziali.

◆La centrale nucleare di Zaporižžja, occupata dalle truppe russe, è stata nuovamente danneggiata da una serie di esplosioni. Secondo l’Agenzia internazionale dell’energia atomica, però, le strutture essenziali sono rimaste intatte.

◆Mosca ha accusato l’Ucraina di crimini di guerra dopo la pubblicazione di un video che documenterebbe l’esecuzione di un gruppo di prigionieri russi. Le immagini, la cui autenticità è stata confermata dal New York Times, mostrano una decina di soldati russi stesi a terra dopo essersi arresi alle truppe ucraine e poi, dopo un conflitto a fuoco con un altro militare russo, i cadaveri degli stessi soldati apparentemente uccisi con un colpo alla testa. Le Nazioni Unite hanno annunciato che indagheranno sulla vicenda. ◆

Questo articolo è uscito sul numero 1488 di Internazionale, a pagina 28. Compra questo numero | Abbonati