I civili sono diventati bersagli

03 maggio 2016 16:01

Secondo un rapporto presentato dall’ong britannica Action on armed violence, nel 2015 ci sono state più di 43mila vittime di ordigni esplosivi nel mondo: il 76 per cento sono civili. In particolare, l’ong segnala l’aumento di vittime civili negli attacchi suicidi: sono state il 67 per cento in più rispetto al 2014.

Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.
pubblicità

Articolo successivo

La macchina del consenso di Erdoğan
Annalisa Camilli
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.