Sommario

482 (4/11 aprile 2003)

Nebbia di guerra

Dietro le notizie: Seymour Hersh, Paul Kennedy, Mark Bowden, Paul Virilio

482 (4/11 aprile 2003)

Iraq

Cara America

“Cara america, questa è una lettera difficile da scrivere perché non so più chi sei. E forse lo stesso problema l’abbiamo in tanti.”

Iraq

Nebbia di notizie

Rivolta a Bassora, conquistata Umm Qasr, missili Scud sul Kuwait. Sì, no, forse. Giorno per giorno le dichiarazioni e le smentite sulla guerra in Iraq

pubblicità

Opinioni

Il 27 aprile il paese va al voto. I candidati però non promettono nulla di buono

Iraq

Guerra virtuale

Un saggio di Michael Ignatieff: se i prossimi conflitti si combatteranno sugli schermi, servono nuovi strumenti per definirne la legittimità

Iraq

Reporter senza voce

L’informazione di guerra è nelle mani dei giornalisti embedded, “arruolati” nell’esercito. Per i media indipendenti è sempre più difficile scavalcare la propaganda ufficiale

pubblicità

Iraq

Il miracolo

Il fumetto di Marjane Satrapi

Iraq

Scontri al vertice

Le difficoltà delle prime settimane di guerra hanno fatto esplodere i contrasti tra il segretario alla difesa Donald Rumsfeld e gli strateghi del Pentagono. Ecco l’inchiesta di Seymour Hersh che ha scatenato la polemica

Opinioni

Filo spinato

Ha ragione Bush

Ci sono persone che dicono: il 72 per cento degli americani appoggia questa guerra. Quindi chi è contro la guerra è anche contro gli americani, non solo contro Bush. Risultato: i pacifisti sono antiamericani. Peccato che chi cita quel sondaggio si scordi di citarne altri due. Il 51 per cento degli americani è convinto che dietro l’11 settembre ci sia l’Iraq. E il 65 per cento degli americani non è capace di individuare l’Iraq su una carta geografica. Come dire: le nostre opinioni si formano a partire dai dati che ci vengono messi a disposizione. “Continuare la guerra avrebbe avuto costi umani e politici incalcolabili. Saremmo stati obbligati a occupare Baghdad e governare il paese. La coalizione si sarebbe spezzata. Gli arabi si sarebbero arrabbiati. Andare al di là del mandato Onu avrebbe vanificato il nostro tentativo: stabilire un precedente internazionale nella risposta a un’aggressione”. Sono parole di George Bush senior, in un’intervista del 1998 a Time sulla prima guerra del Golfo. Come dargli torto? Leggi

Americhe

Il turismo piquetero

pubblicità

Viaggi

Pianeta bianco

I paesaggi della Groenlandia hanno qualcosa di ultraterreno. E i suoi abitanti conducono una vita surreale tra tradizione e modernità

Economia e lavoro

Pechino senza benzina

Scienza e tecnologia

Polmonite, segreto di stato

Opinioni

Le imprese legate alla Casa Bianca sono già pronte per gli appalti in Iraq

Opinioni

In Africa centrale un sanguinoso conflitto dimenticato cerca una soluzione

pubblicità

Europa

L’Austria va a destra

Iraq

All’ultimo sangue

I generali americani pensavano di arrivare a Baghdad accolti a braccia aperte dagli iracheni. Ma la battaglia che li aspetta potrebbe essere molto più dura di quanto immaginavano

Asia e Pacifico

Il bivio della Corea del Sud

Iraq

Immagini e confusione

Oggi le tv possono riprendere il campo di battaglia. Ma le immagini e le notizie sulla guerra sono un fiume in piena che nasconde la realtà del conflitto. Intervista con Paul Virilio

Africa e Medio Oriente

L’Africa in prima pagina

pubblicità

Iraq

Il nemico è l’euro

Quattro quinti delle transazioni, la metà delle importazioni e due quinti delle riserve valutarie internazionali sono in dollari. Ma l’Ue sta allargando gli spazi per la sua moneta. La lotta tra le due valute si gioca sul petrolio

Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.