Anwar Ibrahim

La Malesia senza Anwar Ibrahim

La democrazia in Malesia dipende davvero da Anwar Ibrahim? Se è così, i trenta milioni di malesi hanno un problema. Ibrahim, infatti, è di nuovo in galera. Il leader dell’opposizione resterà in cella per almeno cinque anni, e per altri cinque non potrà esercitare attività politica. Ibrahim ha provato a minimizzare: “Non mi interessa se sono cinque anni o dieci, possono anche darmene venti. Non me ne frega niente”. Leggi

Confermata la condanna per sodomia al leader dell’opposizione in Malesia

La corte suprema della Malesia ha confermato la condanna a cinque anni di carcere per il leader dell’opposizione Anwar Ibrahim, ritenuto colpevole di sodomia. L’appello presentato dai legali di Anwar contro il verdetto di un tribunale del marzo 2014 è stato respinto.

La condanna impedisce all’ex vice primo ministro di ricoprire cariche politiche e di partecipare alle prossime elezioni previste per il 2018. Anwar, 67 anni, è alla guida di un’alleanza di tre partiti che si oppone al governo del primo ministro Najib Razak.

Anwar è stato ritenuto colpevole di aver avuto rapporti sessuali con un suo ex assistente nel 2008. La sodomia è illegale in Malesia, paese a maggioranza musulmana, ma raramente i casi finiscono in tribunale. Reuters

pubblicità