Tribunale penale internazionale per l’ex Jugoslavia

La lezione inascoltata del Kosovo sul nazionalismo

Vent’anni fa la Nato bombardava la Jugoslavia di Slobodan Milošević, impegnato in una sanguinosa campagna contro gli albanesi del Kosovo. Capire quello che successe allora è utile per riflettere sulla realtà di oggi. Leggi

Una lunga indagine sulla guerra

Il fotografo Martino Lombezzi e la giornalista Jorie Horsthuis raccontano il lavoro svolto dal Tribunale penale internazionale per l’ex Jugoslavia, istituito per punire i crimini commessi durante i conflitti nei Balcani. Leggi

pubblicità
Slobodan Milošević è pericoloso anche da morto

Dal 2016 circola la notizia falsa dell’assoluzione del leader serbo al Tribunale dell’Aja. Una manipolazione della storia che ha effetti anche sul presente. Leggi

Il fantasma di Ratko Mladić nell’Europa di oggi

Il capo militare dei serbi di Bosnia è stato condannato all’ergastolo, più di vent’anni dopo il genocidio di Srebrenica. Ma se il Tribunale dell’Aja ha fatto un buon lavoro, la comunità internazionale sta di nuovo abbandonando il paese. Leggi

Il processo a Ratko Mladić entra nella fase finale

Il 5 dicembre è cominciata la requisitoria finale del processo al generale serbobosniaco Ratko Mladić davanti al Tribunale penale internazionale per l’ex Jugoslavia. È accusato di genocidio e crimini contro l’umanità, commessi durante la guerra in Bosnia Erzegovina. La pulizia etnica non fu “la conseguenza della guerra ma il suo obiettivo”, ha detto il procuratore Alain Tieger. Mladić rischia una condanna all’ergastolo. Leggi

pubblicità
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.